Questo sito contribuisce all'audience de

TuttoInter24.it

Tutte le ultime notizie sull'Inter
Home Blog Pagina 2

Calciomercato Inter, Icardi lontano dal Psg: c’è la Juventus

Mauro Icardi
Mauro Icardi, attaccante dell'Inter

Inter, il riscatto di Icardi si allontana: il Psg pronto a defilarsi

Mauro Icardi, nel corso della passata stagione, è stato posto nell’occhio del ciclone a causa dei suoi atteggiamenti e dei contrasti con la società, che l’hanno messo ai margini del progetto e dello spogliatoio dell’Inter. Quest’estate sembrava che la telenovela argentina fosse finalmente terminata, ma ora tutto sembrerebbe essere cambiato. Icardi, approdato al PSG, ha cominciato fin dalle prime partite a segnare a raffica, cosa che nell’ultimo periodo è capitata sempre più di rado. Col passare del tempo le sue prestazioni sono calate e i media francesi hanno affondato il colpo più e più volte. Anche nello spogliatoio la sua presenza non sarebbe gradita e, di conseguenza, il suo riscatto sembrerebbe destinato a non arrivare mai.

Inter, Neymar e Mbappè contro Icardi: Paratici gongola

Secondo quanto riportato da SportMediaset, all’interno dello spogliatoio del Psg, il clima non sarebbe dei più romantici. Neymar, infatti, parlerebbe ad Icardi solamente davanti alle telecamere e anche a Mbappè la presenza dell’argentino non sembrerebbe andare a genio. Dunque l’ex Inter sarebbe finito ai margini dello spogliatoio e, viste anche le sue prestazioni poco convincenti, potrebbe non essere riscattato dal PSG. In questo caso l’argentino tornerebbe alla base, all’Inter, dove ormai la sua presenza non manca a nessuno. Su di lui sarebbe pronta a tornare alla carica la Juventus, che però chiederebbe un maxi sconto rispetto alla cifra di 70 milioni che i parigini dovrebbero versare nelle casse meneghine. Un prezzo di saldo motivato dal fatto che l’Inter sarebbe costretta a cedere il bomber per far quadrare i bilanci.

Inter, Conte e la mossa a sorpresa anti Milan

Christian Eriksen
Christian Eriksen, allenatore dell'Inter

Inter-Milan, Eriksen in vantaggio su Sanchez: nuovo modulo per Conte?

L’Inter è pronta per il grande derby di Milano. Conte non può permettersi di perdere e far così allungare la Juventus, dunque avrebbe studiato una formazione diversa, propensa all’imprevedibilità. Ieri infatti, il tecnico salentino avrebbe provato a schierare la squadra con il 3-5-1-1, un modulo non nuovo nei meccanismi del tecnico salentino. L’ex allenatore del Chelsea, dopo questa sessione di mercato, si è ritrovato con una svolta a centrocampo.

Prima la rosa in mezzo al campo era cortissima, anche a causa degli infortuni, ora invece sembra quasi che ci sia un sovraccarico di centrocampisti, e quindi Conte avrebbe pensato di schierare la squadra in questo modo. L’idea è che Eriksen prenda posto dietro Lukaku, con il trio composto da Vecino, Brozovic, Barella a tenere le redini della zona mediana. Quella del 3-5-1-1 rimane comunque un’opzione futuribile, che potrebbe far giocare contemporaneamente Eriksen e Sensi, che non meriterebbe di stare in panchina di qui sino a giugno.

Inter, il 3-5-1-1 non è una novità per Conte

Sensi non meriterebbe di stare in panchina di qui sino a giugno, ma neanche Lautaro. Con questo modulo infatti verrebbe tagliato fuori l’ex Racing, che fino ad ora ha trascinato la squadra a suon di gol insieme a Romelu Lukaku. Resta il fatto che il 3-5-1-1 potrebbe essere una buona opzione per battere il Milan, sfruttando l’ultimo passaggio di Eriksen e non rinunciando ai tre centrocampisti.

Questo modulo Conte l’ha usato per diverso tempo alla Juventus, quando di alternative a centrocampo ne aveva fin troppe. Infatti il tecnico salentino studiò quest’alternativa al 3-5-2 per schierare Pirlo, Vidal, Pogba e Marchisio assieme. I risultati furono strabilianti, per questo l’ex allenatore del Chelsea ieri avrebbe provato questa soluzione in allenamento. Si profila l’ennesima panchina invece per Alexis Sanchez, che evidentemente in settimana non avrebbe convinto Conte a puntare su di lui per sostituire lo squalificato Lautaro Martinez.

Calciomercato Inter, dalla Spagna: la Juventus ha beffato Marotta

Beppe Marotta
Beppe Marotta, amministratore delegato dell'Inter

Mertens all’Inter, si inserisce la Juventus: nerazzurri beffati

L’Inter attualmente ha a disposizione tre attaccanti, ossia Lautaro Martinez, Lukaku e Sanchez. Il cileno non è ancora entrato in condizione, anche a causa dell’infortunio rimediato a novembre e non è riuscito a rendersi utile alla causa nerazzurra. Per questo l’Inter sembrerebbe intenzionata a lasciarlo ripartire alla volta di Manchester nella prossima finestra di calciomercato. Per l’anno prossimo Conte vorrebbe però avere a disposizione un altro attaccante ed il nome più caldo sembrava fosse quello di Dries Mertens.

Calciomercato Inter, la Juventus scippa Mertens a Marotta

Secondo quanto riportato da Don Balon, quotidiano spagnolo, la Juventus avrebbe bruciato sul tempo l’Inter e avrebbe fatto un’offerta che Mertens difficilmente rifiuterà. I nerazzurri, infatti, avrebbero proposto all’ex PSV un contratto di 3 anni da circa 5 milioni di euro netti a stagione. Suning sarebbe quindi disposta a mettere sul piatto ben 30 milioni di euro lordi pur di avere l’attaccante del Napoli tra le proprie fila. Tuttavia, secondo quanto raccolto in Spagna, la Juventus avrebbe offerto di più, strappando il sì di Mertens, che quindi l’anno prossimo dovrebbe vestire la casacca bianconera.

Inter-Milan, Conte: “Il derby nasconde sempre delle insidie, Eriksen e Ibra…”

Antonio Conte
Antonio Conte, allenatore dell'Inter

Inter-Milan, la conferenza stampa di Antonio Conte

L’Inter domani sera non potrà permettersi di fallire. Il passo falso non è contemplato né nel vocabolario di Antonio Conte né in quello dei nerazzurri, che vogliono prevalere sul Milan e continuare a far sognare i propri tifosi. Oggi il tecnico salentino si è concesso ai microfoni dei giornalisti nella consueta conferenza stampa pre-partita e ha cominciato con le seguenti parole: Per quanto riguarda Handanovic non so niente, dovrei chiedere al medico. Parlando della partita invece, non sarà semplice. Il Milan vale molto di più dei punti che ha attualmente in classifica, è un’ottima squadra. E’ riuscito ad acquistare un campione come Ibrahimovic, che ha fatto fare il salto di qualità e di mentalità a tutti gli uomini presenti nello spogliatoio rossonero. Noi però dobbiamo solo pensare a vincere. Certo, non sarà una partita come le altre, però se vogliamo avere la speranza di centrare l’obiettivo che ci siamo prefissati non ci sono risultati che tengano eccetto la vittoria”.

Dopo aver messo sull’attenti i propri giocatori, Conte ha parlato dell’ingrediente necessario per ottenere i tre punti: “Noi non abbiamo mai ragionato solamente sui singoli. Dal primo istante in cui abbiamo messo il piede in campo abbiamo dimostrato di essere un gruppo e questo è il fattore che ti permette di vincere dei match così complicati. Certo, avere dei giocatori che presi singolarmente hanno grande tecnica aiuta, ed Eriksen è uno di questi. Non bisogna però pretendere troppo da lui, è appena arrivato e gli serve tempo. E’ un giocatore determinante sia in fase offensiva che difensiva, sono sicuro che per noi sarà fondamentale“.

Infine Conte ha concluso la conferenza tornando su Ibrahimovic: “Spero che sia a disposizione di Pioli. Spero giochi perché in partite così importanti tutti i grandi campioni dovrebbero essere in campo. Sono sicuro che anche lui sentirà l’emozione di calcare nuovamente San Siro nel derby”.

Calciomercato Inter, arriva l’annuncio: “Vidal in nerazzurro”

Arturo Vidal
Arturo Vidal, centrocampista del Barcellona

Conte chiama Vidal: l’Inter pronta al colpo estivo

Nella prossima finestra di calciomercato, l’Inter dovrebbe tentare l’assalto ad un altro top player in mezzo al campo, da affiancare al nuovo innesto Eriksen. Con tutta probabilità, infatti, quest’estate Matias Vecino lascerà Milano per approdare in Inghilterra e dovrà essere sostituito. I nomi più caldi in Viale della Liberazione sembrerebbero essere quelli di Rodrigo De Paul, Sandro Tonali ed Arturo Vidal. I primi due sono dei profili altamente futuribili, proprio per questo il loro prezzo non è dei più raggiungibili. Soprattutto quello del centrocampista che attualmente milita nel Brescia, che è seguito attentamente dai club più importanti d’Europa. Il cileno invece è uno dei giocatori preferiti da Antonio Conte e per questo entrambi vorrebbero incontrarsi nuovamente. Secondo quanto riportato da Ivan Zamorano, ex attaccante dell’Inter, l’anno prossimo i nerazzurri potrebbero sognare in grande, avendo tra le proprie file sia Eriksen che Arturo Vidal.

Calciomercato Inter, Vidal all’Inter: parola di ‘Bam Bam’

Ivan Zamorano è stato uno degli attaccanti più amati nella storia dell’Inter. “Bam Bam” era un guerriero in campo, non mollava mai, e spesso segnava dei gol davvero pesanti. Il cileno questa mattina ha rilasciato delle dichiarazioni a Radio Cooperativa, dove ha scaldato nuovamente l’ambiente nerazzurro: “Con tutta probabilità, se Alexis Sanchez restasse a Milano, il prossimo anno vedremo due miei connazionali nella rosa dell’Inter. Sono molto ottimista sul fatto che Vidal possa vestire la casacca nerazzurra, ho informazioni privilegiate e penso che questa cosa possa accadere. Sappiamo tutti cosa significhi Vidal per Antonio Conte, sono sicuro che Suning quest’estate sarà più disposta a sborsare la cifra richiesta dal Barcellona. Gli interisti sarebbero felici con due centrocampisti del calibro di Eriksen e Vidal in campo”. Una vera e propria bomba sganciata dall’ex attaccante nerazzurro, che fa ben sperare i tifosi della Beneamata, che tanto sognano di rivedere il proprio Biscione sul trono d’Italia e, successivamente, d’Europa.

Inter-Milan, Handanovic recupera? Ecco i pro e i contro

Samir Handanovic
Samir Handanovic, portiere dell'Inter

Inter, è corsa contro il tempo: Handanovic o Padelli?

La scorsa giornata l’Inter, in campionato, ha affrontato l’Udinese, riuscendo a strappare un 2-0 sofferto. A mettere la partita in discesa sono stati i due gol di Romelu Lukaku, ma protagonisti del match sono stati anche i tre centrali difensivi e il portiere. La scorsa giornata Handanovic non ha giocato per via dell’infortunio rimediato nei giorni precedenti, tuttavia Padelli ha ricoperto bene il suo ruolo e con sicurezza ha evitato di far andare in gol Okaka e compagni. Contro il Milan però il capitano vorrebbe esserci ma giocare significherebbe prendersi dei rischi, e non pochi.

Verso Inter-Milan, incognita Handanovic per Conte

Luca Marchegiani, ex portiere di Lazio e Torino tra le altre, la scorsa settimana, durante la trasmissione Sky Sport Club, ha rassicurato i tifosi dell’Inter, dicendo che a lui è capitato più volte di giocare con il mignolo micro-fratturato. Handanovic potrebbe quindi tornare per il derby e lo stesso capitano vorrebbe farlo, ma ci sarebbero, come in tutte le cose, dei pro e dei contro da valutare. I primi sarebbero legati alla sicurezza che Handanovic darebbe senz’altro alla propria squadra e alla propria difesa. Anche con i piedi lo sloveno non ha problemi a gestire il pallone, mentre Padelli è un portiere un po’ più vecchia scuola. Inoltre il trentaseienne ha personalità da vendere e sa come alzare l’attenzione dei propri compagni di reparto. Per il resto lo conosciamo, è uno dei portieri più forti in circolazione.

Per quanto riguarda i contro, qualora il pallone dovesse essere parato in malo modo, magari in una sfida da pochi metri dove è l’istinto a decidere al posto dell’estremo difensore, potrebbe compromettere la frattura al mignolo sinistro. Se questo dovesse accadere, la frattura potrebbe diventare scomposta ed i tempi di recupero diventerebbero più consistenti, visto che si dovrebbe ricorrere all’operazione chirurgica. Dunque, la scelta spetta ad Handanovic e a Conte, ma l’ipotesi più plausibile sembrerebbe essere legata alla riconferma di Padelli tra i pali.

Inter, Bastoni: “Sogno la fascia da capitano. Trofei? Magari quest’anno…”

Alessandro Bastoni
Alessandro Bastoni, difensore dell'Inter

Inter, Bastoni: “Vi spiego perchè il 95”

Alessandro Bastoni è senza ombra di dubbio una delle rivelazioni del nostro campionato. Molti avevano già intravisto le sue qualità durante la scorsa stagione, quando ha giocato in prestito al Parma, ma quest’anno è avvenuta la sua definitiva consacrazione. Per l’Inter questa non è una novità, visto che nell’estate del 2017 ha puntato fortemente su di lui, investendo più di 30 milioni di euro per ottenere il suo cartellino dall’Atalanta. Per conoscere meglio la sua personalità ed il suo modo di essere, Inter TV lo ha intervistato e Bastoni ha parlato innanzitutto della scelta del suo numero: “Mio fratello è nato nel ’95. Io, fin dai tempi della prima chiamata dall’Atalanta, gli ho promesso che avrei vestito il numero del suo anno di nascita. Sono molto legato a lui e alla mia famiglia. In campo li porto sempre con me”.

Inter, Bastoni tra il passato ed il futuro

Bastoni ha parlato anche del suo passato: “Per 10 anni ho fatto avanti e indietro dal mio paese a Bergamo per andare agli allenamenti. Sono 130 km di distanza e ovviamente devo ringraziare mio padre per avermi aiutato a coronare il mio sogno. Lui era un giocatore della Cremonese, è arrivato anche in Serie B, ma non è riuscito a fare il salto definitivo. Ha capito i suoi errori e ha fatto sì che io non li ripetessi”. Il classe ’99 ha continuato elencando i suoi hobby: “Innanzitutto sono un appassionato di basket, è uno sport che mi piace anche per l’ambiente che lo circonda, è molto differente da quello calcistico. Gioco molto alla play e sono anche abbastanza bravo, però con i compagni di solito giochiamo a freccette. Da piccolo collezionavo le carte dei calciatori panini, ora mi fa strano vedermi sugli album, è una sensazione particolare“.

Per concludere Bastoni ha parlato dei suoi sogni e di quale esperienza gli abbia cambiato maggiormente la vita: Spero che l’Inter diventi la mia seconda pelle, mi piacerebbe un giorno indossare la fascia da capitano. Inoltre vorrei alzare un trofeo con questa squadra, magari già quest’anno! L’esperienza che mi ha segnato è stata senza ombra di dubbio la morte della mia migliore amica. Da quel momento ho capito quali siano i valori veramente importanti della vita e ho imparato a lamentarmi di meno di ciò che mi accade. Non la dimenticherò mai”.

Inter, buone notizie per Conte: Sensi torna in gruppo

Stefano Sensi
Stefano Sensi, centrocampista dell'Inter

Verso Inter-Milan, Sensi recupera per il derby

L’Inter finalmente sta svoltando anche in chiave infortuni. Per buona parte di questa prima frazione di stagione, Antonio Conte ha avuto problemi a schierare undici giocatori titolari, complici gli infortuni e la rosa troppo corta. Il centrocampo in particolare è stato bersagliato dai guai fisici, con i vari infortuni di Sensi, Barella e Brozovic, oltre ad i successivi di Gagliardini e Borja Valero. Ora la situazione sembrerebbe essersi stabilizzata e Sensi sarebbe tornato in gruppo, con la sua convocazione per il derby che non sarebbe in dubbio.

Inter, Sensi c’è, forse anche Borja Valero

La Gazzetta dello Sport questa mattina ha pubblicato un articolo dove ha riportato le situazioni dei vari infortunati di casa Inter, ecco le parole della Rosea: “Stefano Sensi è recuperato, la sua convocazione per il derby sembra ormai scontata. Per quanto riguarda Borja Valero non è stato ancora fatto lavorare in gruppo, ma comunque dovrebbe aver recuperato e quanto meno dovrebbe essere convocato domenica. L’unico assente dovrebbe essere quindi Roberto Gagliardini, che ancora non avrebbe recuperato dalla contusione al piede”.

CalciomercatoInter, plusvalenza in arrivo: ecco chi partirà quest’estate

Beppe Marotta
Beppe Marotta, amministratore delegato della Juventus

Inter, Asamoah ai saluti: l’arrivo di Young è il primo indizio

L’Inter, questo inverno, ha lavorato duramente sul calciomercato ed è riuscita a portare a casa tre top player. Il rinforzo che fin da subito ha garantito esperienza, corsa e buon piede è stato quello di Ashley Young, terzino sinistro trentaquattrenne proveniente dal Manchester United. L’inglese è stato acquistato per rimpiazzare Biraghi, che non ha dato garanzie in questa prima parte di campionato, ed Asamoah, che quest’anno è stato disponibile raramente a causa degli infortuni. Nonostante il rendimento costante del ghanese negli anni nerazzurri, sembrerebbe essere arrivato il suo momento di lasciare Milano, e l’inserimento di Young avrebbe accelerato le cose.

Calciomercato Inter, dal Ghana: Asamoah partirà quest’estate

Sicuramente quella di Asamoah non sarà una ricca plusvalenza qualora dovesse concretizzarsi la sua cessione, tuttavia si tratterebbe di piazzare un esubero e all’Inter andrebbe più che bene. Comunque sia dal Ghana sembrerebbero essere certi della sua partenza nella prossima finestra di calciomercato e, secondo footballghana.com, il giocatore dovrebbe firmare con il Fenerbahçe.

Calciomercato Inter, dal Real Madrid a parametro zero: pronto il nuovo colpo

Beppe Marotta
Beppe Marotta, amministratore delegato dell'Inter

Inter e Milan sono sempre state due compagini che si sono date battaglia sia dentro il campo sia fuori, dove si sono contesi diversi giocatori che poi hanno scelto la maglia nerazzurra o quella rossonera. L’ultimo colpo che fece tanto clamore fu quello di Kondogbia. Il Milan fino all’ultimo sembrava lo avesse in tasca ma poi il centrocampista centraficano ha preferito vestire la casacca dell’Inter. A prescindere dallo scippo fu un colpo che i tifosi milanisti non rimpiansero più di tanto, per usare un eufemismo. Ora sembrerebbe che le due milanesi siano pronte per sfidarsi nuovamente sul mercato ed il nome caldo sarebbe quello di un difensore centrale del Real Madrid, Nacho Fernandez.

Calciomercato Inter, idea Nacho Fernandez per il post-Godin

Per entrambe le fazioni quella di Nacho Fernandez per ora non è nient’altro che un’idea, o forse nemmeno quella. Semplicemente il difensore del Real Madrid potrebbe essere una delle occasioni di mercato. Uno di quei colpi a parametro zero che potrebbero aiutare ad ampliare la rosa, garantendo un giocatore d’esperienza al reparto difensivo. Non si è parlato molto di lui nella scorsa finestra di calciomercato perché sembrava dovesse rinnovare, ma così dovrebbe essere. Visto lo scarso rendimento avuto da Godin in questa stagione, l’uruguagio potrebbe partire ed al suo posto Marotta potrebbe fare un pensiero per inserire proprio Nacho Fernandez.

Seguici su Facebook

Aiutaci a crescere!