Questo sito contribuisce all'audience de

Home Blog Pagina 2

Calciomercato Inter, Eriksen mania: occhi puntati su un ex bianconero

Marotta, amministratore delegato dell'Inter
Marotta, amministratore delegato dell'Inter

CALCIOMERCATO INTER NEWS Inter sempre più alla ricerca di un rinforzo da regalare a Conte per gennaio in sostituzione di Eriksen. Il danese sembra infatti essere destinato a essere una pedina di scambio fondamentale per raggiungere profili più adatti al modulo dell’allenatore leccese. I nomi sul piatto sono importanti, si parla infatti di Paredes, Isco, Fred e Jorginho. Nelle ultime ore sarebbe spuntata un’altra ghiotta opzione da poter valutare, che riguarderebbe un ex calciatore della Juventus attualmente in Germania.

Emre Can, ex centrocampista della Juventus
Emre Can, ex centrocampista della Juventus

Calciomercato Inter, nerazzurri su Emre Can del Borussia Dortmund

L’ultima suggestione nata in queste ore vorrebbe uno scambio tra Inter e Borussia Dortmund, EriksenEmre Can. L’ex Juventus da quando ha lasciato i bianconeri sembra essere tornato quello dei tempi del Liverpool e potrebbe essere il profilo ideale per il tipo di gioco che Conte vuole. Il nazionale tedesco oltre ad essere ancora giovane, 26 anni la sua età, conosce già il campionato italiano e per tutte queste ragioni potrebbe essere una valida opzione di mercato. L’Inter ci pensa, ma intanto si valuta un altro possibile scambio di mercato con il Bayern Monaco >>> CONTINUA A LEGGERE

Inter-Real Madrid, Zhang obbliga Conte a passare il turno: ecco perchè

Conte Zhang
Conte e Zhang, allenatore e Presidente dell'Inter

L’Inter è tornata a disputare la Champions League da quattro anni dopo stagioni buie ma in nessuna delle 3 annate precedenti è riuscita ad agganciare la qualificazioni agli ottavi di finale. Il percorso di crescita iniziato lo scorso anno con l’avvento di Antonio Conte ha portato i nerazzurri a disputare una prestigiosa finale di Europa League ma adesso il presidente dell’Inter, Steven Zhang, chiede decisamente di più al suo allenatore. L’emergenza sanitaria dovuta al Covid-19 ha colpito profondamente anche il mondo del calcio che, così come moltissimi settori, si ritrova in grande difficoltà. Oltre ad una questione di blasone, per l’Inter sarebbe fondamentale passare il turno di Champions League per far respirare le casse della società milanese. La cifra in palio, infatti, è tutt’altro che irrisoria.

Antonio Conte, allenatore dell'Inter
Antonio Conte, allenatore dell’Inter

Per l’Inter è fondamentale il cammino in Champions: in ballo parecchi milioni

La Gazzetta dello Sport analizza il peso economico che avrebbe per l’Inter non solo il passaggio del girone ma anche il resto del percorso in Champions League. Il quotidiano, nell’edizione odierna, scrive: “Compromettere il proseguimento del cammino in Champions League significherebbe non poter accedere ai 9,5 milioni di bonus degli ottavi e al milioncino di market pool derivante dal numero di partite giocate. Tra l’eliminazione ai gironi e la qualificazione ballano, quindi, circa 10 milioni di premi Uefa, anche se l’Inter (da terza classificata) potrebbe compensare l’eventuale perdita andando avanti il più possibile in Europa League, come accaduto la scorsa stagione”.

Le cifre che si incassano in Champions League non sono minimamente paragonabili a quelle dell’Europa League. Arrivando in finale per contendersi la Coppa della grandi orecchie, infatti, i club possono incassare una cifra elevatissima. La Gazzetta spiega: “Il danno non si limiterebbe al gettone degli ottavi. L’Inter si precluderebbe ricavi potenziali di decine di milioni (51 massimo in caso di vittoria più il market pool). Parliamo, visto lo scenario attuale, del solo montepremi determinato dalla vendita centralizzata dei diritti tv in capo alla Uefa. Questo perchè gli stadi sono chiusi, e per ora, non se ne immagina la riapertura, tantomeno a capienze rilevanti, per le gare agli ottavi: quindi niente effetto botteghino”.

Inter, Bastoni pupillo nerazzurro: i dettagli sulla data e cifra del rinnovo

Alessandro Bastoni difensore dell'Inter
Alessandro Bastoni, difensore dell'Inter

Il giovane difensore nerazzurro Alessandro Bastoni, così come Nicolò Barella, ha subìto una crescita esponenziale sotto la guida di Antonio Conte, tanto da guadagnarsi l’esordio con la Nazionale italiana di Roberto Mancini. Acquistato dall’Atalanta nel 2017, il difensore dell’Inter ha immediatamente mostrato grande carattere, personalità e qualità che hanno conquistato il suo allenatore e gli hanno garantito quasi sempre la maglia da titolare, scavalcando addirittura un certo Diego Godin, ceduto quest’estate al Cagliari. In Viale della Liberazione si hanno le idee piuttosto chiare: i pilastri dell’Inter vanno blindati. Steven Zhang ha bloccato i rinnovi previsti per alcuni nerazzurri, posticipandoli a fine stagione, ma per Bastoni il presidente ha fatto un’eccezione.

Alessandro Bastoni
Alessandro Bastoni, difensore dell’Inter

Accordo trovato tra Inter e Bastoni: nuovo contratto come regalo di Natale

Il giocatore classe ’99 si è guadagnato la fiducia e l’affetto di tutti, dai tifosi ai dirigenti ed allenatori. Parte della tifoseria lo appella già come “capitan futuro” e se Bastoni sarà il capitano dell’Inter non lo sapremo ancora ma che farà parte della rosa nerazzurra del futuro sicuramente sì. Il club di Zhang è consapevole di avere in mano un gioiello e ha deciso di blindarlo nonostante la scadenza dell’attuale contratto non sia vicina. Bastoni, secondo quanto riporta Libero, porrà la firma sul nuovo contratto già prima di Natale.

L’attuale contratto che lega il difensore all’Inter ha, infatti, scadenza a giugno 2023 ma la società nerazzurra vuole portarsi già avanti e la scadenza verrà protratta al 2025. Bastoni si è meritato anche un “premio” economico: l’ingaggio verrà ritoccato all’insù e lo stipendio che il giocatore percepirà sarà intorno ai 2,5 milioni netti a stagione. L’annuncio ufficiale, secondo il quotidiano, potrebbe arrivare già nelle prossime settimane.

Calciomercato Inter, Giroud beffa Lampard: Marotta abbandona Milik?

Olivier Giroud, attaccante del Chelsea
Olivier Giroud, attaccante del Chelsea

CALCIOMERCATO INTER NEWS– Olivier Giroud orbita attorno all’Inter già dallo scorso gennaio. L’attaccante francese, fedelissimo di Antonio Conte quando sedeva sulla panchina del Chelsea, è stato ad un passo dal vestire la maglia nerazzurra. Quando l’accordo sembrava trovato, l’affare è saltato e l’attaccante, sperando in una stagione migliore con i Blues, è rimasto a Londra. Le cose non stanno andando però come credeva: Giroud sta giocando meno di quanto previsto e, in vista di Euro2021, insieme all’agente stanno cercando una sistemazione per lasciare Londra a gennaio. Stessa situazione che sta affliggendo Arkadius Milik che non vuole perdere l’occasione della convocazione con la Nazionale polacca. Giroud si è dimostrato ancora una volta uomo decisivo: ieri, nella sfida contro il Rennes, durante i minuti di recupero ha siglato il sorpasso regalando al Chelsea la vittoria e mettendo, paradossalmente, in crisi Lampard.

Olivier Giroud
Olivier Giroud, attaccante della Francia

Calciomercato Inter, Giroud uomo decisivo: Lampard teme la cessione

Olivier Giroud si dimostra un giocatore senza tempo. Nonostante i 34 anni, l’attaccante continua a risultare decisivo nelle occasioni importanti ed il suo allenatore ammette, dopo la gara con il Rennes, di essere in crisi. Che Giroud sia pronto a fare le valigie l’ha confermato il suo agente nelle scorse settimane e che l’Inter sia una delle pretendenti è noto altrettanto. Ecco la dichiarazione dell’allenatore dei Blues: “Ho un problema perchè Tammy sta giocando bene e ovviamente l’ha fatto anche l’anno scorso. Ma c’è anche Giroud che contribuisce sempre con professionalità. Ho due giocatori in una posizione simile che lottano per un posto. Questo è un bel problema. Giroud avrà i suoi minuti perchè abbiamo appuntamenti fitti. L’età per lui non è nemmeno un fattore, data la professionalità con cui si allena e di come si prende cura di se stesso”.

Secondo Lampard dunque, Giroud avrebbe garantito il minutaggio necessario ma ciò gli era stato promesso anche lo scorso anno senza trovare riscontri. L’Inter ha nel mirino per il mercato di gennaio sia lui che Milik. Quest’ultimo è al momento favorito dalla dirigenza per una questione anagrafica (il polacco ha ben 8 anni in meno del francese) ma, viste le prestazioni sfoderate da Giroud in Champions League, Marotta e Conte potrebbero cambiare idea e puntare, ancora una volta, sull’esperienza di un giocatore di caratura internazionale.

Inter-Real Madrid, Zidane rischia l’esonero in caso di sconfitta? Perez ha deciso

Zidane, allenatore Real Madrid
Zidane, allenatore Real Madrid

Quella di stasera è una partita fondamentale non solo per l’Inter ma anche per il Real Madrid. I Blancos contano assenze pesanti e, paradossalmente, anche loro rischiano ancora la qualificazioni agli ottavi di finale. Al momento il girone recita: Borussia M’Gladbach in testa con 5 punti, Shakhtar Donetsk secondo a 4 punti, il Real Madrid si piazza al terzo posto pur avendo 4 punti (per differenza reti) mentre all’ultimo posto vi è l’Inter che ha raccolto in 3 gare soltanto 2 punti. La squadra di Zidane, inoltre, nel suo campionato si trova al 4 posto con 6 punti di distacco dalla prima. L’inizio traballante nelle due competizioni ha messo a rischio la panchina di Zidane ed in Spagna si domandano già se, questa sera in caso di sconfitta, l’allenatore francese possa far le valigie. Il presidente del Real Madrid, in realtà, ha già preso la sua decisione.

Zidane, allenatore Real Madrid
Zidane, allenatore Real Madrid

Florentino Perez si fida del suo allenatore: ancora una chance per Zidane

Sia Zidane che Conte sono chiamati a non fallire l’appuntamento stasera per non compromettere il passaggio del turno in Champions League. Steven Zhang, nonostante tenga particolarmente a questo obiettivo, ha confermato la sua fiducia ad Antonio Conte provando a dare continuità al progetto di crescita iniziato lo scorso anno. Della stessa idea pare sia Florentino Perez, presidente del Real Madrid, nonostante in Spagna siano circolate voci discordanti.

Secondo quanto riportato da Defensa Central, il presidente dei madrileni ha negato categoricamente l’ipotesi dell’esonero di Zidane, anche qualora subisse stasera un ko. Perez confida nella sua squadra e nel suo allenatore e crede fermamente che i giocatori del Real Madrid siano in grado di acciuffare la qualificazione agli ottavi, nonostante le assenze e nonostante le ostilità del girone B che si sta rivelando più tosto di quanto si immaginasse, sia per Conte che per Zizou.

Inter, senti Moratti: “Inter-Real occasione giusta. Scudetto? Juve favorita…”

Massimo Moratti, ex presidente dell'Inter
Massimo Moratti, ex presidente dell'Inter

Massimo Moratti, ex presidente dell’Inter, ha rilasciato un’intervista a Leggo: “Partite come Inter-Real Madrid fanno storia a sé, ma quella di stasera è l’occasione giusta. Il Real ha alcune assenze, ma soprattutto l’Inter viene dalla vittoria sul Torino ottenuta in maniera speciale, con grande carattere. Questo fa morale. Diciamo che il primo tempo e i primi dieci minuti del secondo tempo sono stati deludenti, ma poi è venuta fuori la qualità soprattutto degli attaccanti. Importante anche l’ingresso di Skriniar, ha rassicurato la difesa. Le dichiarazioni di Conte per me sono giuste perché l’allenatore vuole molto di più. Anche Lukaku ha ragione perché non si può fare una fatica terribile per recuperare dopo essersi dimenticati di giocare nel primo tempo“.

Massimo Moratti, ex presidente dell'Inter
Massimo Moratti, ex presidente dell’Inter

Calciomercato Inter, Moratti ama l’Inter

Moratti ha continuato dicendo: “La favorita per lo scudetto per me resta comunque la Juventus per la qualità dell’intera rosa e mi sembra che Pirlo si stia adattando sempre di più al suo ruolo. Nella corsa al titolo però non escluderei il Milan che merita il primo posto e può ambire allo scudetto”.

Infine per Moratti è difficile il recupero di Eriksen: “Per me ha grandi qualità, ma non è riuscito a inserirsi, o non sono stati in grado di inserirlo“. In ogni caso la stagione nerazzurra è ancora lunga e ci saranno i tempi e i modi per rilanciarsi in campionato e puntellare la rosa nella finestra di mercato di gennaio. In tal senso il dialogo col Napoli prosegue >>> CONTINUA A LEGGERE

Calciomercato Inter, fumata nera: saltato lo scambio per Eriksen

Christian Eriksen centrocampista dell'Inter
Christian Eriksen, trequartista danese dell'Inter

CALCIOMERCATO INTER NEWS– Stasera l’Inter di Antonio Conte scenderà in campo per disputare una delle gare più decisive della stagione. Il passaggio del turno di Champions League è uno degli obiettivi da raggiungere e, data la posizione in classifica nel girone, quella di stasera contro il Real Madrid è una notte da dentro o fuori. L’attenzione però non si sposta da Christian Eriksen. Il centrocampista danese non vede il campo da diverse partite, compresa quella contro i Blancos nella gara di andata e l’ultima in campionato contro il Torino. La cessione a gennaio, come ha velatamente confermato il ds Marotta, è ad un passo e si sta cercando una soluzione che accontenti tutti. L’ipotesi più quotata è quella di uno scambio tra giocatori e diversi sono i nomi che circolano in questi giorni. Le squadre interessante maggiormente ad Eriksen sono Psg, Real Madrid e Arsenal. Quest’ultima, però, sembra già essersi tirata indietro.

Xhaka, Svizzera
Xhaka, centrocampista dell’Arsenal

Calciomercato Inter, l’allenatore dell’Arsenal dice no ad Eriksen

La squadra londinese era una delle poche opportunità che consentiva ad Eriksen il ritorno in Premier League. L’Arsenal, infatti, aveva pensato ad uno scambio con il suo centrocampista svizzero Xhaka, giocatore gradito a dirigenza nerazzurra e che sta trovando poco spazio per l’alta concorrenza in quel reparto. A far saltare la trattativa ci ha pensato l’allenatore Mikel Arteta: il tecnico spagnolo ha comunicato al suo club che, qualora si dovesse investire sul mercato, non è il centrocampo che necessita di interventi. Eriksen non è considerata una priorità per i Gunners e il suo allenatore lo riterrebbe un affare praticamente inutile.

Secondo quanto riporta il Daily Star, l’Arsenal ha scartato definitivamente l’idea dello scambio tra Xhaka ed Eriksen. A Londra la vera emergenza riguarda il reparto difensivo che sta facendo fatica. Un difensore sarebbe quindi l’unica vera priorità per i Gunners durante la finestra di calciomercato invernale. Il centrocampista dell’Inter, a meno di inserimenti di altri club di Premier, non farà ritorno in Inghilterra ma sarebbe destinato ad un altro dei 3 massimi campionati europei.

Calciomercato Inter, obiettivo Luis Alberto: rottura con la Lazio, Marotta è pronto

Luis Alberto
Luis Alberto, centrocampista della Lazio

CALCIOMERCATO INTER NEWS – Dopo la vittoria rocambolesca contro il Torino, l’Inter ha l’obiettivo di continuare a vincere e macinare punti per rilanciarsi in campionato dopo un deludente avvio di stagione. Marotta e Conte stanno lavorando a stretto contatto per cercare di definire le prossime mosse di calciomercato per rinforzare la rosa nerazzurra e fare il decisivo salto di qualità sia a livello nazionale che a livello europeo. Se per la difesa i calciatori più vicini all’Inter sono Izzo e Maksimovic, per quanto riguarda il centrocampo ci sono davvero molte opportunità. L’ultima idea riguarda Luis Alberto: il fantasista spagnolo a quanto pare sarebbe in rotta con tutto l’ambiente laziale e si sarebbe inimicato il presidente Lotito. La rottura con la Lazio è avvenuta in seguito allo sfogo dei social dello spagnolo in merito all’inaugurazione dell’aereo ufficiale biancoceleste. Lo sfogo non è stato ben visto dalla dirigenza della Lazio, che ha multato il calciatore.

Conte allenatore dell'Inter
Antonio Conte, allenatore dell’Inter

Calciomercato Inter, Conte approva l’acquisto spagnolo

In caso di cessione di Christian Eriksen, che Conte continua a ritenere marginale nel suo progetto, l’Inter potrebbe acquistare proprio Luis Alberto per rinforzare la rosa. Lo spagnolo, a differenza del danese, è già abituato a giocare nei meccanismi del 3-5-2 di Simone Inzaghi e si potrebbe integrare alla perfezione nel nuovo sistema del mister salentino.

Il rapporto tra Luis Alberto e la Lazio è incrinato e stando a quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, il presidente Lotito avrebbe voluto metterlo fuori rosa, mentre il club manager Angelo Peruzzi ha preferito mediare con l’ausilio di Simone Inzaghi per evitare questa soluzione a dir poco estrema. La valutazione di Luis Alberto al momento è di circa 50 milioni, cifra che potrebbe essere abbassata inserendo una contropartita tecnica come Roberto Gagliardini. Intanto per l’attacco Marotta dialoga col Napoli >>> CONTINUA A LEGGERE

Probabili formazioni Inter-Real Madrid: ballottaggio Young-Perisic

Esultanza Inter
Esultanza Inter nel 5-2 contro il Benevento (@imagephotoagency)

Dopo un inizio di stagione deludente sia dal punto di vista del gioco prodotto che per quanto riguarda i risultati raccolti, l’Inter ha sfruttato la pausa per le nazionali per rimettere a posto le idee e trovare nuovi stimoli. La vittoria rocambolesca contro il Torino ha dato morale alla squadra nerazzurra, che finalmente si è rilanciata in campionato e che spera di fare lo stesso in Champions League. Questa sera la gara contro il Real Madrid sarà decisiva per definire il percorso europeo dell’Inter: per Conte e i suoi giocatori è sicuramente un appuntamento da non sbagliare. Dopo la sconfitta per 3-2 nella gara d’andata, adesso l’imperativo è vincere e quindi Conte si affida ai titolari, mentre Zidane deve tener conto di numerose assenze.

Antonio Conte, allenatore dell'Inter
Antonio Conte, allenatore dell’Inter (@imagephotoagency)

Inter, serve una vittoria

L’Inter in porta schiererà ovviamente il capitano Samir Handanovic, mentre la difesa a tre sarà composta da Milan Skriniar, Stefan de Vrij e Alessandro Bastoni. Il centrocampo sarà composto molto probabilmente da Vidal, Barella e Gagliardini, complice anche l’indisponibilità di Brozovic. Sulla fascia destra è praticamente certo del posto Hakimi, mentre a sinistra c’è l’unico vero ballottaggio nerazzurro tra Perisic e Young. A spuntarla dovrebbe essere probabilmente l’esterno inglese. In attacco confermatissima la coppia formata da Lukaku e Lautaro Martinez.

Il Real Madrid invece dovrà fare a meno di tantissimi indisponibili e dovrebbe schierare Curtois tra i pali, protetto da una difesa a quattro composta da Carvajal, Varane, Nacho e Mendy. A centrocampo i blancos dovrebbero schierare Casemiro, Modric e Kroos, mentre il tridente offensivo con ogni probabilità sarà composto da Hazard, Mariano Diaz e Asensio. Intanto Marotta continua a dialogare col Napoli per un rinforzo a gennaio >>> CONTINUA A LEGGERE

Calciomercato Inter, obiettivo Juan Bernat: richiesta shock del PSG

Juan Bernat, terzino del PSG
Juan Bernat, terzino del PSG

CALCIOMERCATO INTER NEWS – Dopo un inizio di stagione deludente, L’Inter è finalmente tornata a conquistare i tre punti grazie al rocambolesco successo contro il Torino. L’obiettivo adesso è quello di continuare a vincere con un piglio diverso e migliorare costantemente le prestazioni sia dei singoli che della squadra. Intanto Conte e Marotta stanno lavorando a stretto contatto per cercare di definire al più presto le prossime mosse di mercato: l’idea è quella di acquistare un rinforzo per reparto in modo da colmare le lacune della rosa dell’Inter. In tal senso sono stati già avviati i contatti con il PSG per acquistare Juan Bernat, che è in scadenza di contratto e che potrebbe quindi liberarsi presto a parametro zero.

Eriksen, centrocampista dell'Inter
Eriksen, centrocampista dell’Inter

Calciomercato Inter, Eriksen piace al PSG

Juan Bernat rappresenta una possibilità low cost per puntellare la fascia sinistra, aggiungendo qualità ed esperienza internazionale alla squadra. Pur essendo in scadenza di contratto, lo spagnolo classe 1993 potrebbe presto rinnovare il suo contratto senza problemi. L’Inter ha chiesto Bernat al PSG, che per liberarlo a zero senza pressioni a quanto pare avrebbe chiesto una sorta di diritto di prelazione per Christian Eriksen. Qualora l’Inter accettasse questa proposta shock per ingaggiare Bernat, nel caso volesse cedere il suo fantasista danese dovrebbe prima avvisare il PSG.

L’Inter come alternativa a Bernat sta continuando a sondare le piste che portano a Marcos Alonso e ad Emerson Palmieri, mentre per quanto riguarda il centrocampo bisogna fare molta attenzione alla trattativa col Liverpool per Georginio Wijnaldum del Liverpool. Per rinforzare l’attacco Marotta sta cercando una sinergia col Napoli, in modo da riuscire a ingaggiare già a gennaio Milik. Nel frattempo arriva la svolta col Bayern Monaco >>> CONTINUA A LEGGERE