in

Scommesse calcio, Inter incoronata dai bookmaker

Abbraccio Inter

Quote favorevoli sui migliori siti scommesse per il 19° scudetto ai nerazzurri. Fuori dai giochi Napoli e Milan. I sauditi interessati alla proprietà nerazzurra.

Il campionato di serie A più sorprendente dell’ultimo decennio è ormai deciso? Guardando l’evoluzione delle quote scudetto sui siti di scommesse calcio, sembrerebbe di sì. La Juventus, partita favorita a inizio anno potrebbe interrompere la serie positiva che l’avrebbe portata a vincere il decimo titolo consecutivo. Le quote scudetto dei maggiori bookmaker al momento premiano di misura l’Inter.

Se dovessimo stabilirlo oggi sulla base delle quote scommesse dei bookmaker recensiti da migliorsitoscommesse.net l’Inter si è già assicurato il 19° scudetto. I bianconeri manterrebbero il primato per numero di titoli consecutivi, nove, seguiti a distanza dall’Internazionale con cinque scudetti dalla stagione 2005-2006 a quella 2010-2011. Ma questa serie positiva a quanto pare è destinata a fermarsi qui.

Salvo sorprese. L’imprevedibilità è l’attributo che più si addice alla 119° edizione della massima serie italiana. Con l’uscita della Juventus dalla competizione per la Champions, lo scenario potrebbe ancora evolversi.

L’evoluzione delle quote sui migliori siti di scommesse

L’Inter da poco festeggiato degnamente il 113° compleanno godendosi un primo posto in classifica, che almeno per il momento non sembra in pericolo. Era il 1908 quando un gruppo di artisti milanesi, decise di dare inizio all’avventura della Beneamata. Oggi, anche con tutta la scaramanzia dei tifosi nerazzurri, basta un’occhiata alle quote per le scommesse online sul calcio per un’iniezione di fiducia. Queste variano giorno dopo giorno, ma vedono la Juve vincente data a oltre 7.50, il Milan a più di 12 e peggio ancora il Napoli. Insomma gli analisti al momento non hanno dubbi su chi si aggiudicherà il campionato.

Il calendario delle prossime settimane sembra sorridere ai nerazzurri che dovranno affrontare la zona medio-bassa della classifica. Senza sottovalutare il Sassuolo, il primo scoglio significativo potrebbe essere il Napoli allo stadio Diego Armando Maradona a metà aprile. Nel frattempo la squadra di Conte macina record, tra punti guadagnati, partite in casa consecutive vinte, numero difensori che hanno segnato almeno tre goal.

Strada in discesa per i nerazzurri

Basterebbe un’analisi delle quote dell’ultimo mese per disegnare l’ascesa dell’Inter. Ma anche le statistiche sulla Serie A dicono bene per la squadra milanese. Negli ultimi nove anni infatti, per sei volte lo scudetto è andato alla squadra che si trovava in testa a questo punto del campionato. Le altre tre volte c’è stata la rimonta della Juve, evento che potrebbe ancora ripetersi.

Ma le sorprese possono annidarsi dietro l’angolo e sul terreno di gioco niente è scontato, ma negli spogliatoi di Conte c’è fiducia. Dopo l’eliminazione dalla Champions e la fine dell’avventura in Coppa Italia, l’Inter si è affermata sui campi di casa, diventando protagonista del campionato. Anche se dai detrattori le voci critiche si levano senza sosta, i tifosi sanno che il primo posto in classifica non può essere frutto della fortuna o del caso.

Zhang vuole vendere, via i cinesi e avanti i sauditi

Se il futuro in campionato sembra luminoso, più nebuloso è quello sul destino della società, che forse si deciderà nelle prossime settimane. Il gruppo Suning infatti sarebbe alla ricerca di un acquirente e determinato a cedere il club, o almeno una parte. Tra i possibili interessati ci sarebbe un fondo d’investimento dell’Arabia Saudita, il Public Investment FUND (PIF).

Questo fa capo al principe ereditario Moḥammad bin Salmān, intenzionato a promuovere il rinnovamento del proprio paese con il piano Saudi Vision 2030. Il progetto mira a una trasformazione dell’immagine araba da un punto di vista internazionale. Nella sezione Entertainment, Leisure and Sports troverebbero posto le scommesse sul calcio Italiano con l’investimento in una squadra come l’Inter.

Il calcio, anche in Arabia, come strumento per riqualificare l’immagine di un regime ancora molto controverso. Il piano è in linea con quanto avviene negli altri Stati dell’area. Ad esempio col Paris Saint-Germain acquisito nel 2011 da un gruppo del Qatar, o con il Manchester City in mano a un imprenditore degli Emirati Arabi Uniti.

Beppe Marotta

Inter, Belotti in scadenza: Marotta ci prova

Pirelli, main sponsor Inter

Inter, Zanetti: “Conte ottimo lavoro. Triplete? Non faccio paragoni”