in

Inter, Provedel ferma i nerazzurri: Perisic risponde a Farias, contro lo Spezia finisce 1-1

Ivan Perisic (Inter)
Ivan Perisic (Inter)

L’incontro infrasettimanale tra Spezia e Inter si conclude con il risultato di 1-1. Pareggio indolore per i nerazzurri, grazie alla concomitante sconfitta del Milan contro il Sassuolo. Gli spezzini passano in vantaggio con Diego Farias, poi Ivan Perisic realizza il gol del pareggio. Nel secondo tempo la Beneamata prova a ribaltarla, ma un ottimo Provedel e fissa il risultato sull’1-1. La squadra di Conte guadagna comunque un prezioso punto sul Milan, portandosi a dieci lunghezze di vantaggio e scalando un altro gradino verso lo scudetto.

La cronaca della partita

La prima frazione di gara si apre con una fase iniziale di studio da parte delle due squadre. L’Inter prova a gestire palla con un lungo possesso palla, cercando qualche spunto sfruttando i lanci sulle fasce. Lo Spezia difende con ordine e non lascia spazi ai nerazzurri, mostrando una grande organizzazione. Al 12° minuto il lampo dei bianconeri: Farias si libera al limite dell’area e con il destro calcia, Handanovic non è perfetto e si fa superare, 1-0 e Spezia in vantaggio. I nerazzurri provano a reagire, ma gli spezzini continua a chiudere ogni spazio. L’Inter prova così a sfruttare la velocità di Hakimi, il marocchino sembra ispirato, si destreggia in più occasioni bene, ma manca sempre nell’ultimo passaggio. I nerazzurri continuano a schiacciare lo Spezia e al 24° minuto Lautaro Martinez va vicino al pareggio, la sua conclusione viene però deviata in corner. La Beneamata continua a pressare gli avversari e Barella con un tiro da ottima posizione sfiora l’incrocio dei pali. Al 37° minuto è Perisic a realizzare il gol del pareggio: Hakimi sguscia ancora una volta via sull’out di destra e con un pallone perfetto serve il croato sul secondo palo, che in due tempi la mette in rete, è 1-1. E’ l’ultima emozione del primo tempo che si conclude con il risultato di parità.

Nella ripresa, l’Inter prova subito a ribaltare la gara e al 49° Lautaro Martinez sfiora il gol, ma Provedel è bravo e fortunato: doppia parata e palla che colpisce il palo. Dopo i tentativi iniziali, i ritmi della gara tornano bassi, l’Inter gestisce palla senza voler correre rischi e lo Spezia aspetta non facendo passare i nerazzurri. Al 68° occasione clamorosa non sfruttata da Lukaku: Ismaily con un retropassaggio regala palla a Big Rom, l’attaccante belga si fa ipnotizzare da Provedel, che salva ancora una volta i bianconeri. L’Inter prova così ad aumentare la pressione e la difesa dello Spezia sembra in difficoltà, Ismaily su tutti. Al 76° ancora Provedel miracoloso: sugli sviluppi di un calcio di punizione, Skriniar arriva in spaccata, il portiere spezzino ferma la palla sulla linea. Continua ad attaccare l’Inter, al minuto 80, Lautaro Martinez conclude dalla distanza, la palla si stampa sul palo e termina fuori. All’85° l’Inter riesce a ribaltarla: Hakimi, imbucato in verticale da Barella, scatta sul filo del fuorigioco, entra in area e serve Lukaku che da due passi non sbaglia. Il guardalinee alza la bandierina e segnala l’offside del marocchino, il Var conferma la chiamata dell’assistente e il gol è quindi annullato, si resta in parità. Passa un minuto e il Var cancella un altro gol ai nerazzurri: questa volta realizzato da Lautaro Martinez, partito però in posizione fuorigioco. Ultimi minuti concitati, con gli uomini di Conte che vogliono la vittoria. Nel recupero, Lukaku da posizione defilata conclude alto. L’ultimo brivido della partita porta la firma di Lautaro Martinez, Provedel si fa trovare ancora pronto. L’incontro si conclude con il risultato di 1-1.

Le formazioni scese in campo

Spezia (4-3-3): Provedel; Ferrer, Ismajli, Terzi, Marchizza; Maggiore, Ricci, Estevez; Agudelo, Piccoli, Farias. All: Italiano

Sostituzioni: al 46° entra Vignali esce Ferrer; al 62° entra Galabinov esce Piccoli; all’84° entra Sena esce Maggiore.

Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij, Bastoni; Hakimi, Barella, Brozovic, Eriksen, Perisic; Lukaku, Martinez. All: Conte

Sostituzioni: Al 73° entrano Young e Sanchez per Perisic ed Eriksen.

Sconcerti

Inter, Sconcerti sulla Superlega: “E’ illecito sportivo. I tre club vanno retrocessi”

Antonio Conte, ex allenatore dell'Inter

Inter, Conte: “Importante restare sul pezzo. Lo sport deve essere meritocratico, ma Uefa rifletta”