Questo sito contribuisce all'audience de

bonus

Inter, clamoroso retroscena: Eriksen potrebbe finire fuori rosa

L'Inter esce con le ossa rotte dal derby contro il Milan, dopo aver perso...

Calciomercato Inter, Marotta sistema la fascia sinistra: colpo per gennaio

CALCIOMERCATO INTER NEWS - Dopo il deludente derby contro il Milan terminato 1-2 per...

Calciomercato Inter, clamoroso retroscena: Marotta propone Dybala a Conte

CALCIOMERCATO INTER NEWS - Dopo la brutta sconfitta nel derby contro il Milan, l'Inter...

Inter, dito medio di Calabria contro i nerazzurri

Il derby di Milano ci ha lasciato diversi spunti su cui riflettere: si può...

Calciomercato Inter, Eriksen al PSG già a gennaio: pronto lo scambio

CALCIOMERCATO INTER NEWS - Dopo il deludente derby perso contro il Milan, per l'Inter...

Calciomercato Inter, in ESCLUSIVA l’agente di Dzeko: “Marotta ci riprova? A gennaio…”

NEWS CALCIOMERCATO INTER - Prima l'Inter, poi la Juventus, alla fine Edin Dzeko è rimasto...
Home Serie A Inter-Milan, ai rossoneri il derby della Madonnina: Ibrahimovic e le fatiche nazionali...

Inter-Milan, ai rossoneri il derby della Madonnina: Ibrahimovic e le fatiche nazionali affondano Conte

Un super Ibrahimovic affonda l'inter. Lo svedese mette a segno una doppietta in due minuti e dimostra di essere ancora decisivo. A nulla è servito il goal di Lukaku

Che sarebbe stata una partita esplosiva, si poteva facilmente prevedere. Il derby tra Inter e Milan ha rispettato le attese: entrambe le formazioni hanno cominciato sin dalle prime battute a sfidarsi a campo aperto. Il primo tempo è stato unidirezionalmente ad appannaggio milanista, con l’highlander Zlatan Ibrahimovic portatore sano del gene dei fenomeni. Al quarto d’ora, la protezione palla su Kolarov ha portato il serbo a intervenire sulla gamba dello svedese e a procurare un rigore. Il numero 11 rossonero ha insaccato dal dischetto dopo la parata in primo tempo di Handanovic. Neanche il tempo di tornare a centrocampo che sul nuovo cambio fronte Rafael Leao, grande intuizione di Pioli, lascia sul posto D’Ambrosio e mette in mezzo di nuovo per Ibra che segna lo 0-2. L’Inter non è riuscita a trovare le redini del gioco fino alla mezz’ora, quando il cross di Perisic ha trovato in area il solito Romero Lukaku.

Il secondo tempo si è aperto come si era chiuso il primo, con Ibra a fare da pivot e un ottimo Saelemaekers a fare da partner. L’instacabile Barella ha monopolizzato il centrocampo insieme a un Vidal formato calamita per ogni pallone in mediana, ma non è bastato. Infatti, nonostante la pressione continua dei nerazzurri, la panchina di Pioli ha fatto la differenza. Allo stremato Saelemaekers è subentrato Castillejo, mentre lo sprizzante Leao ha lasciato il posto a Krunic. Qualche minuto nel finale anche per Tonali, che ha rilevato l’ex atalantino Frank Kessiè. Questa freschezza ha aiutato i rossoneri a contenere le numerose discese interiste, che con Lukaku e Lautaro Martinez non sono riusciti a pungere. Inutile l’ingresso di Eriksen e di Alexis Sanchez, vittime probabilmente delle fatiche delle partite con la nazionale.

Eriksen, centrocampista dell'Inter
Eriksen, centrocampista dell’Inter

Inter-Milan, il derby nel segno di Ibra l’highlander

A dimostrazione che l’età è solo numero, Ibrahimovic ha fatto il buono e il cattivo tempo per tutta la partita. Sopratutto il buono, visti i 90 minuti di qualità che lo svedese ha messo in mostra nonostante il rientro dopo la positività per il Covid-19. È lui l’uomo partita, che fa giocare bene un Milan pieno di giovani che hanno già maturato discreta esperienza anche grazie all’11 rossonero.

Non sembra invece ancora fidarsi Antonio Conte dei suoi giovani, che in questa situazione di emergenza potevano servire ma che invece sono rimasti in panchina. Ha preferito affidarsi all’esperienza dei suoi nazionali, forse troppo stanchi per riuscire a tenere le due frazioni di gioco. Il derby ha comunque rispettato le attese, con un bel gioco espresso da due squadre che, come se ce ne fosse stato bisogno, si presentano a questo campionato dimostrando di voler arrivare in cima alla classifica.

INTER (3-4-1-2): Handanovic; D’Ambrosio, De Vrij, Kolarov; Hakimi, Brozovic (22′ st Eriksen), Vidal (39′ st Sanchez), Perisic; Barella; Lukaku, L. Martinez All. Conte

A disposizione: Darmian, Moretti, Padelli, Pinamonti, Ranocchia, Satriano, Squizzato, Stankovic, Vezzoni

MILAN (4-2-3-1): G. Donnarumma; Calabria, Kjaer, Romagnoli, Hernandez; Bennacer, Kessié (42′ st Tonali); Saelemaekers (17′ st Castillejo), Calhanoglu, Leao (17′ st Krunic); Ibrahimovic All. Pioli

A disposizione: Colombo, Conti, Dalot, Diaz, A. Donnarumma, Hauge, Kalulu, Maldini, Tatarusanu

MARCATORI: 13′ e 16′ Ibrahimovic (M), 29′ Lukaku (I)

Calciomercato Inter, ‘Gladbach da nemici ad amici? Interesse concreto per un avversario

CALCIOMERCATO INTER NEWS- L'Inter ha sfidato mercoledì sera per la prima gara della fase...

Bufera Hakimi! L’Inter valuta le vie legali: il laboratorio della UEFA risponde

E' ancora un mistero quello che ha visto protagonista l'esterno dell'Inter Achraf Hakimi in...
bonus

Inter, Bergomi attacca Eriksen: “Il suo talento non è così grande”

Beppe Bergomi, ex capitano dell'Inter e opinionista di Sky Sport, ha parlato ai microfoni di Radio Deejay. "Conte sembra un altro, mi piace molto:...

Calciomercato Inter, Conte ha chiesto Dybala: Marotta ci prova, la chiave è Lautaro Martinez

NEWS CALCIOMERCATO INTER - La sessione di calciomercato è terminata ma tutte le società sono sempre attive per poter intavolare qualche trattativa in vista...

Calciomercato, rivelazione a sorpresa: “Sono stato vicino all’Inter”

NEWS CALCIOMERCATO INTER - Tanti acquisti, ma anche alcuni colpi mancati nel corso dell'ultima sessione di calciomercato dell'Inter. Tra questi ultimi spicca sicuramente il sogno...

Inter, addio a due big: cessioni da 100 milioni, decisivo il derby perso

Il giorno dopo un derby perso è sempre brutto, ma è utile per riflettere sugli errori fatti e ripartire con un piglio diverso. In...