in

Inter-Milan 5-2, parla il Covid: derby falsato?

Gravina, presidente FIGC
Gravina, presidente FIGC

Inter-Milan 5-2. No, purtroppo non parliamo della storica partita della stagione 1964/1965, con la doppietta del grande Mazzola, ma di Covid-19. In questo momento cinque sono i positivi nell’Inter (Nainggolan, Radu, Gagliardini, Bastoni e Skriniar), mentre due sono i giocatori del Milan (Duarte e Gabbia). Calciatori diversi tra di loro ma che portano ad una riflessione chiara a tutti: l’Inter sabato prossimo sarà penalizzata. Come si può pensare altrimenti in una situazione come questa in cui tutt’ora si sta cercando di analizzare i protocolli. Juventus-Napoli ha aperto una ferita enorme nei vertici del calcio italiano, che si trovano a dover analizzare di nuovo una metodologia che sembrava chiara. Eppure, qualcosa ancora non va. Sappiamo tutti quanto questo virus stia influenzando le vite di tutti noi e sappiamo anche quanto sia contagioso. Detto ciò, nonostante per qualcuno possa essere una semplice influenza, beh, mi spiace, ma non lo è, ed è giusto ritenere come indisponibili coloro che sono stati infettati. Come fare allora?

Paolo Dal Pino, Presidente della Lega Serie A
Paolo Dal Pino, Presidente della Lega Serie A

Inter-Milan 5-2, campionato falsato?

Così non va bene, è chiaro a tutti, ma alla Lega Serie A un po’ meno. Uno sport come il calcio, in cui girano tanti soldi e la passione di milioni di tifosi, pensare di falsare il campionato con un protocollo senza senso è umiliante per tutto il popolo calcistico. Ne è l’esempio la Lazio, che probabilmente senza il lockdown avrebbe potuto vincere lo Scudetto, ma potrebbe essere un esempio anche questa Inter, che andrà a sfidare uno dei Milan più forti degli ultimi anni senza alcuni dei giocatori più importanti.

Sia chiaro, questo vale per tutti. Anche la Juventus se dovesse trovarsi tra qualche settimana con il pieno di positivi al Covid, falserebbe un campionato che mai come quest’anno potrebbe essere equilibrato. E mentre nel gregge social le pecorelle avanzano al grido “Eh ma chi se ne frega del calcio, tanto guadagnano milioni ” e “Tutto sto casino per un gioco“, il magazziniere di qualche società viene licenziato e una testata online muore, inesorabilmente. Da questo campionato non dipendono solo società e calciatori, ma anche un intero mondo, che, come l’economia, collasserebbe se il tutto venisse di nuovo bloccato. Cara Lega Serie A, cara FIGC, fate qualcosa!

What do you think?

Walter Novellino, ex allenatore di Torino, Sampdoria e Napoli

Inter, parla Novellino: “Non so se si giocherà il derby ma…”

Antonio Conte, allenatore dell'Inter

Verso Inter-Milan, emergenza Conte: chiamata la Primavera