Inter, la favola del centometrista con il sogno del maratoneta

Che l’Inter fosse andata oltre il limite per 19 partite era piuttosto chiaro, sotto gli occhi di tutti. Nella prima parte di campionato i nerazzurri sono andati oltre i problemi e hanno mantenuto il passo sfrenato della Juventus, superando il limite praticamente in ogni match. Il passo dell’Inter è paragonabile a quello di un maratoneta partito con la foga di un centometrista: dopo qualche chilometro è inevitabile che si verifichi un calo fisico. La Juventus ha sempre mantenuto un passo costante e ora sembrerebbe aver posto le basi per intraprendere lo strappo decisivo.

Inter, la lunga passeggiata verso la meta

Il gioco dell’Inter non è cambiato molto, la squadra sin da subito ha proposto un calcio attendista e costruito sulle ripartenze. Semplicemente col tempo le lacune della squadra stanno emergendo e di conseguenza la cavalcata è diventata sempre più simile ad una passeggiata. Bisogna anche vedere le cose da un punto di vista oggettivo: l’Inter nelle ultime partite è calata fisicamente e ha giocato peggio, ma ha avuto anche un buon numero di episodi sfavorevoli, che non hanno permesso alla squadra di ottenere i 3 punti. La Dea bendata per il momento ha scelto di non premiare i nerazzurri, ma questo non vuol dire che la corsa Scudetto sia già definibile conclusa. Le forze verranno recuperate, anche grazie al nuovo innesto, quello del tanto atteso Christian Eriksen. La maratona è ancora lunga e l’Inter ha tutto il tempo per rimettersi alle spalle la Juventus. Bisogna semplicemente aspettare e mantenere un passo costante, di qui sino alla fine.

Seguici su Facebook

Aiutaci a crescere!