in

Inter-Atalanta, la Curva Nord protesta: “In silenzio per i primi 15 minuti”

Curva Nord
Curva Nord, tifosi Inter

Protesta della Curva Nord: l’Inter senza tifo contro l’Atalanta per il primo quarto d’ora

Manca poco, questa sera si giocherà Inter-Atalanta, una partita complicata per la squadra di Conte, che dovrà fare di tutto per cercare di ottenere il massimo risultato. Per fare ciò servirebbe il sostegno del pubblico, che però si asterrà dal tifare la propria squadra per i primi 15 minuti. Una protesta contro la società, che ha vietato l’utilizzo di tamburi e megafoni all’interno dello stadio.

Inter-Atalanta, la curva Nord si ribella: ecco il comunicato ufficiale

Dopo la decisione dell’Inter di vietare l’uso di megafoni e tamburi all’interno dello stadio, i tifosi hanno risposto per le rime, ovvero con un comunicato ufficiale diffuso dalla Curva Nord: “Quale utilizzo inappropriato di questi strumenti sarebbe stato fatto? Nell’ultimo match non abbiamo discriminato nessuno, non abbiamo fatto cori omofobi, razzisti o soggetti a discriminazione territoriale. Quale regola avremmo infranto? Dalla nostra società ci aspettiamo maggior attenzione per la tutela dei nostri diritti e che quantomeno ottenga notizia di quale violazione sarebbe stata compiuta onde evitarne il ripetersi in futuro. Non volendo credere che l’unica ragione del divieto sarebbero presunti cori contro alcuni organi di stampa e certi che se così fosse sarebbe tutto ancora più assurdo, in attesa di risposte che ci sentiamo certamente di meritare, oggi ci asterremo dal tifo per i primi 15 minuti. Quindici minuti per invitare lo stadio e la società ad una riflessione su come certe norme inserite in ‘regolamento da stadio’ e ‘codice etico’ non siano altro che opportunità di sperimentazioni sulla pelle dei tifosi per estirparne l’anima più pura e appassionata, quella del tifo organizzato. RISPETTO PER I TIFOSI, BASTA ABUSI!”

Ashley Young

Calciomercato Inter, segnali positivi per Young: Solskjaer gli dà il benservito

Beppe Marotta

Inter, grandi manovre: tutti i nomi del mercato nerazzurro