Connect with us

Serie A

Inter, aspettando il Sassuolo chi gioca contro il Bologna?

Tra le sfide di campionato, oltre a quella rinviata al 7 aprile contro il Sassuolo, si pensa già alla gara in trasferta contro il Bologna. La Gazzetta dello Sport a tal proposito spiega, basandosi sul regolamento della Figc, quando possono rientrare i giocatori risultati positivi

Pubblicato

il

Danilo D'Ambrosio, difensore dell'Inter

Oltre al difensore D’Ambrosio, anche Handanovic, De Vrij e Vecino sono risultati positivi al Covid-19. L’Ats di Milano ha così deciso di sospendere tutte le attività della squadra per quattro giorni, in attesa del risultato dei nuovi tamponi che verranno effettuati lunedì 22. Dunque anche il match a San Siro contro il Sassuolo si disputerà probabilmente il 7 aprile, ma in attesa che i quattro giocatori risultati positivi si negativizzino, e data la mancata possibilità per il resto della squadra di allenarsi, si pensa già alla gara in trasferta contro il Bologna.

Inter, quando possono rientrare i giocatori positivi al covid

La Gazzetta dello Sport, in vista delle prossime gare di campionato spiega appunto che in rinvio della partita contro il Sassuolo è a norma di regolamento. La Figc, per quanto riguarda i giocatori risultati positivi al Covid-19, prevede che passino 10 giorni da quanto è stata rilevata la positività. Dopo di che sarà necessario un ulteriore tampone, e solo nel caso in cui dovesse risultare negativo, i giocatori potranno ritornare ad allenarsi con il resto della squadra. I 4 nerazzurri dunque potrebbero, nel caso si negativizzassero, rientrare in tempo per il match di campionato in trasferta contro il Bologna. Il discorso sarebbe diverso nel caso in cui il risultato del tampone dovesse ancora risultare positivo. Nel frattempo rimane certo il rinvio della partita contro il Sassuolo al 7 aprile.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Serie A

Inter, contro il Napoli: possibile ritorno di Perisic

Tra i possibili convocati per il match di campionato in trasferta allo tadio Maradona contro il Napoli, spunterebbe il nome di Ivan Perisic. Inoltre, tra i nerazzurri infortunati troviamo anche Vidal e Kolarov, che potrebbero ritornare in squadra la prossima settimana

Pubblicato

il

Ivan Perisic (Inter)

Dopo i due giorni di riposo, a seguito della vittoria in campionato contro il Cagliari, l’Inter di Antonio Conte è ritornata ad allenarsi al centro sportivo Appiano Gentile. L’obiettivo è senza dubbio quello di prepararsi al meglio per il match in trasferta allo Stadio Maradona contro il Napoli. Tra le varie carte da giocare – secondo quanto scritto da Tuttosport per il tecnico nerazzurro spunterebbe l’ipotesi di poter riavere in campo Ivan Perisic. Il giocatore in queste ultime settimane non ha preso parte a diverse gare a causa di un infortunio, che sembra aver recuperato, data la sua possibile presenza nel match contro i partenopei.

Inter, quando il rientro in squadra di Vidal e Kolarov

Ivan Perisic, assente in campo dagli inizi di aprile per via di un problema muscolare, potrebbe – secondo il quotidiano – tra oggi e domani unirsi ai compagni per essere convocato contro il Napoli. Potrebbe comunque non prendere parte alla gara, e al suo posto verrebbe riconfermato Young o Darmian, con Hakimi a destra. Per quanto riguarda Vidal e Kolarov, entrambi fuori per infortunio, il primo per un problema al menisco del ginocchio sinistro, mentre il secondo per un problema alla schiena, dovrebbero rientrare in squadra la prossima settimana.

Continua a leggere

Serie A

Inter, i gol di Lukaku: 44 solo in Serie A

Il suo arrivo in nerazzurro ha segnato il punto di svolta per l’Inter di Antonio Conte. Si tratta di Romelu Lukaku che, grazie alle sue 61 reti con la maglia dell’Inter, è quasi ad un passo dalla top 20 dei marcatori nerazzurri

Pubblicato

il

Inter-Milan

E’ uno dei giocatori che segna senza dubbio il punto di svolta dell’Inter di Antonio Conte. Si tratta dell’attaccante Romelu Lukaku, che dal suo arrivo in nerazzurro ha contribuito a suon di gol, alla continua crescita dell’Inter. A tal proposito, l’edizione odierna della Gazzetta dello Sport, dedica ampio spazio al centravanti, facendo il punto sulle reti segnate nella scorsa stagione, e in quella in corso. Sono ben 44 i gol in Serie A – scrive il quotidiano – su 64 partite disputate, che confermano le ottime prestazioni in campo del giocatore, e la determinazione nel raggiungere insieme ai compagni l’obiettivo scudetto. Il giocatore infatti dal suo arrivo in nerazzurro, è diventato un vero e proprio leader, entrando nel cuore dei tifosi, tanto che nel suo futuro sembra essere proprio l’Inter, nonostante il mercato sia imprevedibile, per il giocatore c’è la possibilità di battere ogni record.

Inter, il centravanti Lukaku ad un passo dalla top 20 nerazzurra

La Gazzetta dello Sport fa un parallelismo tra Lukaku e altri bomber nerazzurri, e solo due hanno segnato ben 44 gol in Serie A in meno tempo rispetto al campione belga. Si tratterebbe di Christian Vieri e Ronaldo. Altri campioni dell’Inter, nonostante il numero dei gol segnati, rimangono dietro Lukaku tra cui Ibrahimovic, Milito, Icardi e Adriano. Nonostante sia ancora solo alla sua seconda stagione in nerazzurro, l’attaccante è il 23esimo marcatore dell’Inter con 61 reti, prendendo in considerazione tutte le competizioni, quasi vicino dunque alla top 20 nerazzurra, dato che la stagione in corso non è ancora terminata. Lukaku e l’Inter sembrano una cosa sola – scrive la Gazzetta dello Sporte se la storia dovesse essere duratura si potrebbe davvero scrivere una pagina indelebile. Tutto, però, deve partire da un titolo“.

Continua a leggere

Serie A

Inter, carattere e anima: ingredienti giusti per lo scudetto

Un’Inter definita esteticamente poco bella, ma che si basa su due caratteristiche principali, che servono per raggiungere l’obiettivo: carattere e anima. I nerazzurri, dopo la vittoria contro il Cagliari si prepareranno, dopo due giorni di riposo, per il match in trasferta allo Stadio Maradona contro il Napoli di Gattuso

Pubblicato

il

Conte e Lukaku, Inter

Se l’obiettivo è quello di conquistare il titolo mantenendo la solidità che li contraddistingue, l’Inter di Antonio Conte ci sta riuscendo perfettamente. La distanza di punti in classifica con le avversarie in campionato dimostra come i nerazzurri stiano spingendo sull’acceleratore, puntando sulla solidità di squadra e concretezza. Non sarà esteticamente bella, ma il tecnico nerazzurro – come scrive SportMediaset– è riuscito a cambiare l’Inter in corso d’opera in questa stagione, dando alla squadra carattere e anima. Ingredienti che al momento sembrano bastare per raggiungere l’obiettivo prefissato. A parlare per la squadra di Conte sono i numeri, tra cui le 11 vittorie consecutive in campionato, e nemmeno un gol subito ben 9 volte nelle ultime 13 gare disputate.

Inter, 13 punti per conquistare il titolo: “Non possiamo fare calcoli”

Un attacco compatto quello formato da Lukaku e Lautaro Martinez che, quando non riesce a segnare, può puntare sui suoi compagni di squadra. Di fatti – come sottolineato da SportMediaset – proprio nella partita contro il Cagliari, a mettere la palla in rete portando in vantaggio l’Inter è stato proprio il difensore Matteo Darmian. Mancherebbero dunque solo 13 punti ai nerazzurri per conquistare il titolo ambito. “Conto alla rovescia? Dobbiamo avere il pedale sempre premuto, non possiamo fare calcoli. E non voglio farli io” ha dichiarato il tecnico nerazzuro al termine del match contro il Cagliari, cercando di tenere appunto a freno l’entusiasmo. Adesso per i nerazzurri spettano due giorni di riposo, in vista di un’altra importante gara allo Stadio Maradona contro il Napoli di Rino Gattuso.

Continua a leggere

Serie A

Inter-Cagliari 1-0, undicesima vittoria consecutiva: segna Darmian

Arriva l’11esima vittoria consecutiva in campionato nella gara contro il Cagliari, per l’Inter di Antonio Conte. Una partita terminata per un risultato di 1-0 su gol del difensore Darmian al 77esimo minuto del secondo tempo

Pubblicato

il

Abbraccio Inter

E’ terminata con un risultato di 1-0 il match della 30esima giornata di campionato di Serie A, che ha visto l’Inter di Antonio Conte sfidare in casa a San Siro il Cagliari. Un gol segnato dal difensore Matteo Darmian, e che ha portato in vantaggio i nerazzurri al 77esimo minuto del secondo tempo. Una vittoria sofferta, ma che allunga ulteriormente la distanza con le avversarie in campionato, e che conferma due punti fondamentali che stanno caratterizzando il girone dell’Inter: lo scudetto sempre più vicino, e la capacità della squadra di Conte nel riuscire a passare in vantaggio nella ripresa. Sono dunque ben 11 vittorie consecutive per i nerazzurri, che nonostante l’ottima prestazione del portiere esordiente del Cagliari, sono riusciti a segnare una rete decisiva per conquistare tre importantissimi punti. Un gol arrivato grazie ad un passaggio di Lukaku verso il velocista Hakimi, che ha poi servito Darmian a cui è bastato colpire la palla con il piede sinistro per metterla in rete.

Inter-Cagliari, le formazioni in campo

Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Darmian, Eriksen, Brozovic, Sensi, Young; Lukaku, Sanchez. All. Conte

Al 69esimo Sanchez entra in campo al posto di Lautaro Martinez, e Hakimi in sostituzione di Young. All’84esimo il difensore D’Ambrosio ha sostituito l’autore del gol Matteo Darmian, mentre all’81esimo Gagliardini è entrato in sostituzione di Eriksen, e Vecino per Sensi.

Cagliari (3-5-2): Vicario; Rugani, Godin, Carboni; Zappa, Marin, Nainggolan, Duncan Nandez; Joao Pedro, Pavoletti. All. Semplici

Al 72esimo Asamoah entra al posto di Duncan, mentre all’85esimo Semplici effettua una seconda sostituzione: Simeone per Rugani. Al 90+1 Pereiro per Nandez, e Cerri per Pavoletti.

Continua a leggere

Serie A

Inter, Conte spiana la strada verso lo scudetto

Il successo in casa contro il Sassuolo allunga ulteriormente la distanza in classifica tra l’Inter e le avversarie in campionato. Un successo nerazzuro firmato Lu-La, grazie alle reti segnate da Lukaku e Lautaro Martinez

Pubblicato

il

Antonio Conte, allenatore dell'Inter

La vittoria contro il Sassuolo, la decima consecutiva in campionato per l’Inter, conferma il successo della squadra di Conte, come la prima nell’era dei tre punti ad aver vinto le prime dieci partite nel girone di ritorno. A focalizzare l’attenzione sul periodo roseo dei nerazzurri è Tuttosport. Partendo proprio dalla vittoria a San Siro contro la squadra di De Zerbi, il quotidiano si focalizza sulla distanza di punti venutasi a creare tra l’Inter e le avversarie in campionato. Il tecnico nerazzurro dunque sembra aver ufficialmente spianato la strada verso lo Scudetto, e gran parte del merito va sicuramente dato alla coppia d’attacco formata da Lukaku e Lautaro Martinez. Di fatti, proprio contro i neroverdi, Lukaku ha segnato il suo 21esimo gol di stagione, e Lautaro la sua 15esima rete.

Inter, un successo nerazzuro firmato Lu-La

La vittoria in campionato contro il Sassuolo dunque, ha messo in evidenza una le caratteristiche dell’Inter nell’era di Conte. Non è un caso infatti che – come sottolinea Tuttosport – il successo in casa sia arrivato con il 29,9% del possesso palla. L’Inter, nel corso delle partite disputate in campionato, si tiene sempre ben salda la possibilità di una ripartenza, puntando sulla velocità dei suoi interpreti, che siglano l’azione con una rete. Non a caso infatti il gol di Lukaku è arrivato proprio per merito della ripartenza di Young e del campione belga. Il gioco del Sassuolo dunque non è stato un ostacolo per i nerazzurri durante il corso del match, di fatti è poi arrivata la rete di Lautaro Martinez a chiudere i conti, e portare a casa un risultato di 2-1.

Continua a leggere

Serie A

Inter-Sassuolo, tra squalifiche e infortuni: Conte punta su Eriksen a centrocampo

Il recupero della 28esima giornata di campionato di Serie A, vedrà scendere in campo l’Inter che dovrò fare a meno di alcuni giocatori importanti tra cui Brozovic e Bastoni. Il Sassuolo invece, si presenterà in campo decimato per via dei troppi infortuni

Pubblicato

il

Eriksen, centrocampista dell'Inter

E’ in programma questa sera a San Siro il recupero della partita Inter-Sassuolo della 28esima giornata di campionato di Serie A. Una gara dove la squadra di Conte cercherà di blindare lo scudetto, con la conquista dei tre punti fondamentali per allungare ulteriormente la distanza con le squadre avversarie. Il tecnico dovrà fare a meno di alcuni giocatori importanti nella formazione fino ad ora titolare, tra cui Bastoni e Brozovic, entrambi squalificati, oltre che di Kolarov e Perisic per via di un infortunio. L’undici titolare dunque – secondo interlive.it – potrebbe vedere in campo tra i titolari il difensore De Vrij, appena guarito dal Covid-19, che potrebbe giocare in difesa con Skriniar e uno tra Ranocchia, D’Ambrosio e Darmian. Il centrocampo, secondo la stessa fonte, potrebbe essere affidato a Barella, Eriksen nel ruolo di regista e a Gagliardini, con Hakimi e Young sulle fasce. In attacco Lukaku e Lautaro Martinez. Il Sassuolo invece dovrà fare a meno di Berardi, Caputo, Romagna, Bourabia, Defrel e Ayhan. Quest’ultimo positivo al Covid, gli altri per via di un infortunio. Inoltre tra i neroverdi che non potranno prendere parte al match troviamo Locatelli, Ferrari e Müldür, che rimarranno a casa per prudenza, per via dei focolai scoppiati nelle Nazionali di calcio Italia e Turchia.

Inter-Sassuolo, probabili formazioni

Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Darmian; Hakimi, Gagliardini, Barella, Eriksen, Young; Lukaku, Lautaro. All. Conte

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Toljan, Marlon, Peluso, Kyriakopoulos; Magnanelli, Lopez; Traoré, Djuricic, Haraslin; Raspadori. All. De Zerbi

Continua a leggere

Serie A

Inter, Conte ridisegna la squadra contro il Sassuolo

Il tecnico dell’Inter Antonio Conte, per via di alcuni infortuni, e alcuni giocatori squalificati, dovra ridisegnare la squadra in vista del match di recupero contro il Sassuolo, dove ritornerà titolare De Vrij. Alla Pinetina inoltre si rivede l’amministratore delegato Beppe Marotta dopo il periodo di convalescenza a seguito della positività al Covid

Pubblicato

il

Antonio Conte, allenatore dell'Inter

Nelle ultime settimane l’Inter, nonostante il periodo roseo in campionato, grazie anche alla vittoria in trasferta contro il Bologna, non ha di certo passato un periodo particolarmente facile. Tra i quattro giocatori risultati positivi al Covid e alcuni infortuni, come il problema al menisco del ginocchio sinistro per Vidal, risolto con un’operazione, il tecnico Antonio Conte si ritroverà a dover ridisegnare la sua squadra. L’edizione odierna della Gazzetta dello Sport fa il punto della situazione nelle pagine dedicate ai nerazzurri, soffermandosi proprio sulla formazione che potrebbe scendere in campo nella partita di recupero contro il Sassuolo.

Inter, ritorna titolare De Vrij: alla Pinetina si rivede Marotta

Dei titolari in campo infatti, Conte dovrà farne a meno di tre. Come sottolinea il quotidiano, l’infortunio di Ivan Perisic potrebbe portare il tecnico ad affidare la fascia sinistra a Young, ancora in ballottaggio con Darmian. Brozovic e Bastoni invece, fuori per squalifica, potrebbero essere sostituiti nei rispettivi ruoli da Eriksen e Gagliardini, quest’ultimo nel ruolo di ala sinistra. Potrebbe inoltre partire titolare anche il difensore Ranocchia, oltre al ritorno di De Vrij, appena guarito dal Covid. Tra i guariti dal Covid inoltre, ritorna alla Pinetina l’amministratore delegato Beppe Marotta, dopo il suo periodo di convalescenza. Insieme a lui l’altro ad Alessandro Antonello, e il ds Piero Ausilio.

Continua a leggere

Serie A

Inter-Sassuolo, squalificati Brozovic e Bastoni

Brozovic e Bastoni, squalificati nel match contro il Sassuolo per via dell’ammonizione nella gara contro il Bologna, verranno sostituiti da Kolarov per la difesa, ed Eriksen come regista a centrocampo

Pubblicato

il

Skriniar e Brozovic, difensore e centrocampista dell'Inter

E’ in programma il 7 aprile il recupero del match a San Siro Inter-Sassuolo, rinviato per via dei quattro nerazzurri positivi al Covid-19. Secondo quanto si legge su Sky Sport, il tecnico Antonio Conte sembra dover fare a meno di due giocatori fondamentali. Si tratterebbe di Alessandro Bastoni e Marcelo Brozovic, entrambi squalificati per via dell’ammonizione durante la gara contro il Bologna. Secondo la stessa fonte infatti, Bastoni potrebbe essere sostituito da Kolarov, che sa recuperando da un affaticamento muscolare. Potrebbe inoltre ritornare anche il difensore De Vrij, appena guarito dal Covid.

Inter-Sassuolo, chi al posto di Brozovic

Il centrocampista Marcelo Brozovic, che in questa stagione ha assunto spesso il ruolo da regista, potrà essere sostituito da Nicolò Barella, come nella partita di andata contro il Sassuolo, o da Christian Eriksen. Con molte probabilità a Barella invece potrebbe essere affidato il compito di fare da mezz’ala, con Gagliardini a centrosinistra, e ad Eriksen spetterà il ruolo da regista, data l’evidente crescita del giocatore nel corso del girone d’andata di questa stagione. Le alternative a Gagliardini – secondo Sky Sport – sarebbero Vidal, che ancora deve recuperare dall’operazione al menisco del ginocchio sinistro, Sensi e Vecino. Quest’ultimo è appena guarito dal Covid, come il suo compagno di squadra De Vrij.

Continua a leggere

Serie A

Bologna-Inter 0-1: Lukaku vola per lo scudetto

Arriva la nona vittoria consecutiva in campionato per l’Inter di Antonio Conte, che porta a casa un risultato di 0-1, grazie alla rete di Lukaku al 31esimo minuto del primo tempo

Pubblicato

il

Romelu Lukaku

Si è conclusa con la vittoria dell’Inter, il match in trasferta allo Stadio Dall’Ara contro il Bologna di Mihajlovic nella 29esima giornata di campionato di Serie A. Un match vinto per un risultato di 0-1, grazie alla rete segnata dal centravanti nerazzurro Romelu Lukaku, che ha portato in vantaggio l’Inter al 31esimo minuto del primo tempo. Una gara sofferta per i nerazzurri, con pochi rischi forse, ma giocata con la grinta e la giusta solidità per continuare la corsa Scudetto. Si tratta appunto della nona vittoria consecutiva per la squadra di Antonio Conte, che dimostra come non ci sia l’intenzione di abbassare la guardia, e che l’obiettivo prefissato l’Inter lo vuole raggiungere unendo le forze. Di fatti, nonostante il Bologna si sia dimostrato aggressivo in parecchie occasioni, l’Inter è riuscita a concedere poco agli avversari. E’ bastato dunque un gol del decisivo Lukaku, il 20esimo in stagione per il centravanti nerazzurro, su assist di Bastoni, per passare in vantaggio dopo la prima mezz’ora del match. Nella ripresa il Bologna dimostra di non accusare lo svantaggio, nonostante Lautaro Martinez sia stato proprio vicinissimo al raddoppio nei primi minuti del secondo tempo. Il risultato rimane lo stesso per tutta la gara fino al fischio finale, che porta l’Inter e mettere la firma sulla nona vittoria consecutiva e a fare ancora un passo in avanti verso lo Scudetto.

Bologna-Inter, Conte soddisfatto: complicità di squadra per ridare orgoglio ai tifosi

Nell’intervista post partita il tecnico nerazzurro Antonio Conte si dimostra soddisfatto della sua squadra, e sottolinea inoltre come vincere contro il Bologna faccia sicuramente fare all’Inter un passo in avanti, nonostante lo Scudetto vada conquistato sul campo, e partita dopo partita. “Deve esserci una matematica ad assegnarti il titolo” ha affermato Conte, sottolineando come ancora ci siano dieci partite da giocare. Inoltre il tecnico nerazzurro confida ai microfoni di Sky Sport di aver seguito tutte le partite della giornata, meno quella della Juventus per via dell’impegno dei nerazzurri al Dall’Ara. “I ragazzi hanno messo attenzione e lo spirito giusto – dichiara Conte ma questa è una vittoria che deve essere suggellata dal recupero di mercoledì contro il Sassuolo. Il merito secondo Conte di questa nona vittoria consecutiva, è della squadra e del clima di complicità che si è creato con tutto il gruppo. Il tecnico nerazzurro afferma infine di essere stato chiamato per regalare ai tifosi per cambiare la storia dell’Inter degli ultimi anni, e per ridare orgoglio ai tifosi. L’obiettivo dunque sembra essere quello di percorre questa stata, con la stessa grinta e determinazione con sui è stata intrapresa.

Continua a leggere

Serie A

Bologna-Inter streaming gratis: la diretta live della gara

Bologna-Inter, posticipo della 29^ giornata di Serie A: info partita, probabili formazioni, diretta tv e streaming gratis del match del Dall’Ara

Pubblicato

il

Abbraccio Inter

Bologna-Inter streaming gratis: dove vederla in tv e online

HESGOAL BOLOGNA INTER STREAMING GRATIS – Bologna–Inter, posticipo della 29^ giornata di Serie A. Dove vedere Bologna-Inter in streaming gratis e diretta live? Semplice, il match tra felsinei e nerazzurri sarà visibile in diretta live e in esclusiva sulle frequenze Sky, sintonizzandosi precisamente su Sky Sport Serie A o Sky Sport 251. In alternativa sarà possibile guardare la gara anche in streaming gratis, tramite l’app di Skygo disponibile e scaricabile su pc, tablet e smartphone o tramite NOW TV, servizio on demand della nota piattaforma satellitare, acquistando il ticket della singola partita.

Bologna-Inter streaming gratis: Mihajlovic sfida Conte

Bologna-Inter chiuderà la ventinovesima giornata di Serie A. Momento di forma importante sia per la squadra di casa, sia per la formazione ospite: i felsinei sono reduci da due vittorie consecutive contro Crotone e Sampdoria che hanno permesso alla squadra di Sinisa Mihajlovic di mantenersi a distanza di sicurezza dalla zona pericolosa della classifiche.

SCOPRI BOLOGNA-INTER IN STREAMING GRATIS >>>

Continua a leggere

I più letti