in

De Rossi: “Juve in pole. L’Inter ha perso tanto…”

L’ex giocatore della Roma parla a Sportweek della corsa scudetto e della sua idea di calcio

Allegri, ex allenatore della Juventus
Allegri, ex allenatore della Juventus

Daniele De Rossi si lascia andare in un’intervista rilasciata ad Andrea di Carlo per ‘Sportweek’, dove inizia col spiegare la sua idea di calcio e come metterla in pratica: “Quando giocavo, sentire un’allenatore che parlava del ‘suo’ calcio già mi seccava. E’ facile rispondere che amo una squadra offensiva, protesa in avanti, ma che rispetti gli equilibri. Lo possono dire tutti. Il mio calcio è libero, senza etichette. Deve esserci il mix corretto tra le idee, la qualità della rosa, gli obiettivi che si sono prefissati, la conoscenza del club, la sua storia e il suo Dna che non va mai tradito, rispettando radici e tifoseria. Ci sono club di lotta e di governo. Non c’è il mio calcio, ma quello che credo sia giusto proporre. Mi piace costruire il gioco dal basso, ma se ho un portiere coi piedi fucilati o due centrali tecnicamente inadatti, cerco altre alternative. A meno che non sei l’allenatore del Psg e ti fai pure prendere Messi…”

Corsa scudetto

Il ritorno di Allegri e Spalletti, Mourinho e Sarri a Roma, Inzaghi e Pioli a Milano fino a Gasperini. De Rossi si esprime sulle sfide in panchina, che quest’anno, si delineano scoppiettanti: “Ci aspettano non solo partite ma anche conferenze stampa pirotecniche. Sono tutti affamati di vittorie o rivincite. Peccato solo non ci sia Conte, il più antagonista di tutti. La Juve parte in pole, come lo scorso anno. L’Inter ha perso tre pezzi fondamentali, sarà arduo ripetersi. Il Milan proseguirà il percorso tracciato. L’Atalanta è la storia più bella del calcio italiano degli ultimi anni, meriterebbe di vincere qualcosa. Il Napoli è l’ideale per Spalletti: può sognare. Sarri farà giocare bene la Lazio. E Mourinho può essere una bomba nucleare a Roma. Ci sarà da divertirsi”.

Media classifica

L’ex Roma si pronuncia anche sulle squadre di media classifica, tra cui la Fiorentina: “Sono curioso di vedere la Fiorentina di Italiano. Il Cagliari ha una rosa importante, il Bologna di Sinisa darà fastidio a tutti, Juric riporterà il Torino dove meriterebbe di stare. Anche lo Spezia di Thiago Motta potrebbe stupire”.

insigne

Calciomercato Inter: anche la Lazio punta Insigne

Claudio Ranieri, allenatore della Sampdoria

Ranieri boccia l’Inter:” Hanno smantellato. Scudetto? Juve, poi Milan e Atalanta”