in

Un’ isola, un taccuino e una bici, ecco come Dumfires è arrivato all’Inter

Dal sito ufficiale dell’Inter ecco la storia dell’olandese di Aruba appena approdato ad Appiano Gentile

dumfries, nuovo terzino dell'Inter

L’ossessione per la Nazionale

Sono le 21:00 del 3 Ottobre 2018, le strade di Denzel Dumfries e dell’Inter si incrociano per la prima volta. Ora le strade si uniscono e Denzel diventa l’undicesimo olandese della storia nerazzurra raggiungendo il compagno di nazionale Stefan de Vrij. L’esterno della nazionale dei tulipani arriva alla coorte di Mister Inzaghi dopo una stagione in cui ha collezionato 41 presenze, 4 gol e 9 assist.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Inter, Brozovic nel mirino di una big europea

Denzel era uno di quei ragazzini che dormono con il pallone, che girano per strada con una palla tra i piedi. Diceva con una sicurezza disarmante che un giorno avrebbe giocato in nazionale. Nessuno, però, lo prendeva sul serio. Denzel cresceva annotando su un taccuino ogni sfumatura della sua carriera, anzi del suo sogno calcistico che, di fatto, era quello di un ragazzino qualunque.

Le Origini nella periferia di Rotterdam e la parentesi ad Aruba

Nato a Rotterdam nel 1996, Dumfries cresce fino a 17 anni in una squadra dilettantistica: il Barendrecht, nei dintorni della città in cui è nato.  Un giorno Giovanni Franken lo chiama: “Denzel, vieni a giocare in nazionale?”. Un sogno per Denzel, che ha sempre sognato quel momento, peccato che la nazionale in questione non fosse quella olandese ma quella di Aruba. Sì, Aruba, perché il papà Boris, nacque li anni prima. Un’ isola di 180 km² all’interno dell’arcipelago Caraibico. Denzel accetta ponendo però una sola condizione: non giocare mai impegni ufficiali in modo da non precludersi la possibilità di giocare un giorno per la ben più blasonata nazionale olandese.

LEGGI ANCHE: Dzeko-Dumfries, l’impatto a bilancio del doppio colpo neroazzurro

Durante una partita giocata con la nazionale di Aruba contro il Guam segna un gol bellissimo dalla distanza che lo mettono nei radar di molti club olandesi. Quella partita sarà la spartiacque della carriera di Denzel.

Il ritorno in patria, la supervisione di Edgar Davids e il debutto in Nazionale

Lo Sparta Rotterdam è la prima grande occasione: nel febbraio 2015 l’esordio tra i professionisti nella seconda divisione olandese. L’anno successivo il primo successo della carriera sia di squadra che individuale: lo Sparta ottiene infatti la promozione in Eredivisie e Denzel vince il premio di “Talento dell’anno” della Eerste Divisie. Tutti sono impressionati dalle sue galoppate in fascia e ne esaltano la sua dedizione all’allenamento volto a migliorarsi ogni giorno proprio come quando era bambino. Nel 2017 il passaggio all’Heerenveen, la rampa di lancio definitiva prima della  sua esplosione una stagione dopo al PSV.

LEGGI ANCHE: Dzeko,l’Inter lo presenta cosi: “La storia del Cigno e del biscione abbia inizio”

Un aiuto incredibile arriverà anche da un suo allenatore personale dalla notevole caratura internazionale: Edgar Davids, che lo aiuta ad inserirsi nel calcio che conta fino alla chiamata in Nazionale, quella che Denzel ha sempre sognato. Il 13 ottobre 2018 il ragazzo di Rotterdam debutta con l’Olanda nella partita vinta 3-0 contro la Germania. Ad oggi sono 23 le presenze con gli Orange, con 2 gol, segnati entrambi ad Euro 2020 contro l’Ucraina e l’Austria.

Un destino già scritto

Mamma Marleen, originaria del Suriname, sapeva che il calcio sarebbe stata la strada del figlio: si perché la determinazione e la passione per il football di Denzel erano evidenti fin dalla giovane età. A quel bambino non importava delle vacanze, il suo unico pensiero era quello di terminarle il più presto possibile per tornare ad allenarsi. Rimarranno per sempre indelebili nella testa del neo acquisto neroazzurro le corse in bici fino al campo, quelle che gli hanno permesso di essere dal 14 agosto un giocatore dell’Inter.

Marcelo Brozovic

Calciomercato Inter, Brozovic nel mirino di una big europea

Brozovic apre un negozio online: nasce”EpicBrozo.shop”