in

Inter-Verona, Conte: “Dimenticare Dortmund, Sensi da valutare”

Antonio Conte
Antonio Conte, allenatore dell'Inter

Inter, Conte: “Gli infortuni ci penalizzano, le mie critiche sono costruttive”

In vista della sfida contro il Verona, domani pomeriggio ore 18:00 a San Siro, l’allenatore dell’Inter Antonio Conte ha presentato la gara in conferenza stampa, soffermandosi anche sulla recente sconfitta di Champions e sul problema degli infortuni che stanno penalizzando la squadra nelle ultime settimane. Ecco le sue dichiarazioni.

Sulla sconfitta di Dortmund: “Abbiamo fatto un ottimo primo tempo contro il Borussia. Nel secondo tempo le indicazioni erano le stesse della prima frazione di gioco, volevamo continuare ad attaccarli alti, pur sapendo che avremmo rischiato. Purtroppo non so se abbiamo avuto un calo fisico oppure gli avversari sono stati più bravi. Penso che se avessimo avuto qualche rotazione di più, ce la saremmo potuta giocare fino in fondo. Vincere voleva dire essere quasi qualificati, ora diventa tutto più complicato, dobbiamo portare a casa due successi e poi si vedrà”.

Rapporto con la società: “Io non voglio mancare di rispetto a nessuno. Con la società ho un buonissimo rapporto, pensiamo le stesse cose. Le mie parole vanno intese in maniera costruttiva perchè io voglio riportare al top questo club e per farlo bisogna alzare l’asticella, altrimenti si fanno dei passi indietro. Io cerco di dare sempre tutto me stesso, ma dobbiamo lavorare insieme come una grande squadra”.

Sugli infortuni: “Quando competi su più fronti, gli infortuni vanno messi in preventivo. Abbiamo disputato 7 partite in 20 giorni. Ho grande ammirazione e fiducia in un gruppo che, vista la giovane età, può arrivare molto lontano, ma la rosa si restringe sempre di più e le mie uniche alternative sono i ragazzi della Primavera. D’Ambrosio e Sensi si stanno allenando entrambi con noi, ma fanno fatica a rientrare. Stefano è da valutare in vista di domani, speriamo che la situazione migliori dopo la sosta”.

Sulla sfida contro il Verona: “È una squadra che viene da un buon momento. Non sarà una partita semplice, anche perchè dovremo essere bravi a lasciarsi alle spalle i residui della delusione di Champions”.

Stefano Sensi

Inter, la sfiga si abbatte su Conte: Sensi ancora out

Nemanja Matic

Calciomercato Inter, Matic si avvicina: Conte lo aspetta a braccia aperte