in

Inter-Torino, Conte: “Eriksen ha giocato più di altri e avuto tante chance. Deciderò io”

Antonio Conte, allenatore dell'Inter
Antonio Conte, allenatore dell'Inter

E’ la vigilia di InterTorino! Dopo la sosta per le Nazionali, oggi ritorna la Serie A Tim. La squadra di Antonio Conte ospiterà domani a San Siro i granata alle ore 15. Una sfida importante che indicherà se realmente il percorso di crescita di cui l’allenatore e la società parlano, stia portando i suoi frutti. L’Inter necessita di riassaporare la vittoria che non arriva dal 24 ottobre quando i nerazzurri hanno battuto il Genoa in trasferta per 0-2! Più è stato detto quanto i nerazzurri siano stati sfortunati e raccolto meno di quanto meritato e Antonio Conte, nella conferenza stampa pre partita appena conclusasi lo ha rimarcato: Risultati insoddisfacenti? Se parliamo di risultati, sono d’accordo. Potevamo fare meglio. Per quello che stiamo facendo in campo, mi auguro di rivedere le stesse cose ma di portare a casa risultati positivi quando domini”.

Antonio Conte, allenatore dell'Inter
Antonio Conte, allenatore dell’Inter

Conte: “Situazione difficile, speriamo nella buona sorte!”

Che in casa Inter, quest’anno si sia abbattuta la sfortuna è fuori da ogni dubbio e Conte ci tiene a ricordarlo: “La situazione è difficile per tutti. Giochiamo ogni tre giorni partite impegnative. La situazione è difficile dall’inizio dell’anno e lo sarà fino a Natale e dopo Natale. Lo sappiamo benissimo. Speriamo che la buona sorte ci sorrida un po’ con infortuni e positivi. Arriviamo a questo ciclo di partite con tre positivi al Covid. Per il resto, a parte Pinamonti, sono tutti a disposizione”. Non possono mancare le domande, usuali, su Christian Eriksen che continua ad essere il “caso” dello squadra nerazzurra. Conte parla in modo polemico, rispondendo in lontananza alle dichiarazioni rilasciare durante il ritiro con la Danimarca da Eriksen: “Io faccio scelte per il bene dell’Inter. Christian ha avuto tantissime occasioni, ha giocato molto più di altri. Quando lo riterrò opportuno, lo sceglierò. Altrimenti prenderò altre decisioni”.

Alla domanda su un possibile cambio di ruolo per far esprimere meglio il danese, Conte risponde con convinzione: “Eriksen come regista basso alla Pirlo? No, assolutamente no. Per me non può farlo. E’ un ruolo che lo penalizzerebbe troppo. Christian ha una dote importante, calcia di destro e sinistro in modo importante. Se gli togli questa dote lo snaturi totalmente”. Sulla lotta scudetto, l’allenatore dell’Inter dice: Possiamo anche essere orgogliosi di essere considerati i più competitivi. Rispetto a squadre che vengono da un dominio assoluto. Allora significa che stiamo facendo qualcosa di straordinario, incredibile e miracoloso. Mi auguro questo equilibrio rimanga fino alla fine. Più squadre saranno coinvolte nella corsa allo scudetto e più dovranno emergere alcune situazioni come il lavoro, l’organizzazione e la mentalità. Me lo auguro viste che nel passato non c’è mai stato”.

Beppe Marotta, amministratore delegato dell'Inter

Calciomercato Inter, decisione presa: Marotta ha scelto tra Milik e Giroud

Antonio Conte, ex allenatore dell'Inter

Inter, un altro giocatore positivo nel Torino: cresce la paura