in

Inter-Spal, Conte: “Godiamocela, ma nel modo giusto. Su Candreva e Gagliardini…”

Antonio Conte
Antonio Conte, allenatore dell'Inter

Inter-Spal, le parole di Antonio Conte al termine del match

Una settimana praticamente perfetta per l’Inter di Antonio Conte che, grazie alle vittorie conquistate contro Slavia Praga e Spal, è riuscita nel duplice intento di riaprire la qualificazione agli ottavi di Champions e conquistare il primato in Serie A. Visibilmente raggiante il tecnico salentino che, in conferenza stampa, ha commentato così il 2-1 rifilato alla squadra di Leonardo Semplici: “Siamo soddisfatti e orgogliosi di aver conquistato 37 punti in 14 partite. C’è entusiasmo, ma questo entusiasmo non deve trasformarsi in qualcosa di negativo. Non dobbiamo essere presuntuosi e pensare di essere più forti degli altri, questo non deve accadere. Allenare questi ragazzi è un piacere, mi hanno sempre dato grande disponibilità”.

[irp]

Sugli infortuni: Non vedo l’ora di avere tutti a disposizione, mi auguro che gli infortunati possano rientrare in fretta. Se devo vedere il bicchiere mezzo pieno, posso dire che tutte queste assenze hanno responsabilizzato gli altri elementi della rosa che, a loro volta, sono cresciuti a vista d’occhio. Così si alza il livello. Ripeto, però, che sarà indispensabile recuperare tutti per stare più sereni e continuare a lottare per i nostri obiettivi. Gagliardini e Candreva? Per quanto riguarda il secondo niente di grave, Roberto invece ha avuto un problema al piede”.

La classifica sorride: “Stiamo tenendo un ritmo impressionante, siamo in testa e abbiamo vinto 12 partite su 14. Godiamocela nella maniera giusta, dobbiamo sempre tener presente che i risultati che stiamo ottenendo sono frutto del sacrificio di tutti. Non dobbiamo pensare di essere i più bravi, questo entusiasmo deve essere uno stimolo per continuare a fare bene”.

Antonio Conte, allenatore dell'Inter

Inter-Spal 2-1, tre punti d’oro e primato: decide la doppietta di Lautaro

Gabigol

Calciomercato Inter, non solo Gabigol: asse caldo con il Flamengo