in

Inter, scoppia il “caso Milito”: ecco che succede

Diego Milito
Diego Milito, ex centravanti dell'Inter

Diego Milito ha scritto la storia dell’Inter e tutti i tifosi nerazzurri non scorderanno mai le gesta di quel “Principe” che ha fatto piangere di gioia milioni di persone in quel magico 2010, terminato con la conquista del Triplete. L’ex numero 22 dell’Inter è amatissimo non solo in Italia e dai sostenitori dell’Inter, ma anche nella sua Argentina in cui si è scatenato un vero e proprio putiferio portando addirittura gli argentini ad organizzare una mobilitazione. Milito, attuale dirigente del Racing Club, avrebbe preso la decisione di dire addio al club per uno scontro con parte della società.

Milito e Cambiasso, ex giocatori dell'Inter
Diego Milito, ex attaccante dell’Inter

Milito irremovibile: è addio con il Racing

Il “Principe” nerazzurro fa ormai parte della dirigenza del club argentino da quasi 3 anni in cui ha svolto il suo compito in modo esemplare, ma pare sia arrivato il momento di separarsi. La decisione di Milito è stata presa e, come riportano i media argentini, in particolare Tyc Sports, nessuno è stato in grado di convincerlo a tornare sui suoi passi. A scatenare l’ira di Milito sarebbe stato uno scontro di vedute con parte della dirigenza. L’argentino aveva chiesto di tentare uno sforzo economico per rinforzare la squadra dopo le cessioni dei due talenti Matias Zaracho e Diego Gonzalez e gli infortuni di Marcelo Dìaz e Mauricio Martinez.

Il candidato alla vicepresidenza del Racing, Alfredo Chiodini, ha tentato in tutti i modi di convincere l’ex nerazzurro a non rinunciare al suo ruolo di dirigente, ricevendo un due di picche. La notizia non è andata giù nemmeno ai tifosi argentini che non hanno intenzione di rinunciare a Milito. A provare a farlo ravvedere ci penseranno anche loro, dal momento che domenica 22 novembre è prevista una mobilitazione davanti alla sede del Racing.

Antonio Conte

Inter-Torino, designati arbitro e Var: tutti i precedenti

Andrea Belotti, attaccante del Torino

Calciomercato Inter, si a Belotti se parte Lautaro: arrivano conferme da Torino