Inter, Moratti infiamma i tifosi: “L’Inter vincerà il derby. Messi? Ci ho provato”

Inter, le parole di Massimo Moratti sul derby e sul caso Commisso-Nedved

Domenica sera ci sarà il tanto atteso derby di Milano, che metterà di fronte due squadre con obiettivi completamente differenti. L’Inter sembrerebbe essere la favorita, ma si sa, queste partite sono del tutto imprevedibili ed i nerazzurri dovranno stare attenti a non sottovalutare l’avversario. Quest’oggi Passioneinter ha pubblicato un’intervista molto interessante dove Massimo Moratti, ex presidente nerazzurro e vincitore di tante di queste partite, ha parlato di più argomenti.

Inizialmente l’ex numero 1 dell’Inter ha analizzato la crescita del team: “I nerazzurri stanno crescendo non solo come squadra, ma anche come sicurezza nei propri mezzi. Hanno un grande potenziale. Inoltre Conte è uno che sa tirare fuori il massimo da ciascun giocatore, quindi penso che ne vedremo delle belle“. Successivamente Moratti ha parlato del derby: “E’ sempre difficile dire chi potrebbe vincere. E’ naturale che io speri che vinca l’Inter, e mi sembra anche la favorita. Però in queste partite non si possono fare previsioni. Mi spiace che non ci sia Lautaro, avrebbe dato sicuramente una mano e mi sarebbe piaciuto vederlo all’opera. Però l’allenatore saprà trovare la soluzione giusta per impensierire gli avversari”.

In questi giorni si sono susseguite le polemiche sul caso CommissoNedved, con il presidente italo-americano che si è lasciato andare ad alcune dichiarazioni pesanti contro il direttore di gara e, in generale, contro il sistema. A tal proposito Moratti ha voluto dire la sua: “E’ normale che Commisso si sia arrabbiato. E’ arrivato dagli Stati Uniti versando molti soldi per acquistare la Fiorentina. Ora si ritrova in delle situazioni ‘particolari’ che lo avranno certamente innervosito. Bisogna dire che a noi sono capitate cose ben più strane”. Infine l’ex presidente dell’Inter ha parlato di un’idea di mercato che avuto qualche tempo fa: “Non è vero che ho cercato di comprare Ronaldo, io ci ho provato per Messi. Questa è una cosa veritiera. Lo volevo, ma poi ho saputo che il Barcellona lo stava aiutando con la salute e allora ho preferito lasciarlo tranquillo, in Spagna. So che Messi mi è rimasto grato per questo”.

Seguici su Facebook

Aiutaci a crescere!