in

Inter, Lukaku a suon di record: Icardi è un ricordo lontano

Romelu Lukaku
Romelu Lukaku, attaccante dell'Inter

Inter, numeri spaventosi per Lukaku: il belga raggiunge quota diciotto

Di sinistro, di destro, di testa, su rigore, in area o fuori: poco importa, segna sempre Romelu Lukaku. Con la sua quinta doppietta stagionale, l’attaccante belga ha trascinato l’Inter ai quarti di finale di Coppa Italia, raggiungendo quota 18 gol in maglia nerazzurra e confermandosi un elemento imprescindibile dello scacchiere tattico di Antonio Conte. Numeri impressionanti che hanno permesso all’ex Manchester United di entrare subito nel cuore dei nuovi tifosi e di sconfiggere in appena sei mesi un radicato sentimento di diffidenza.

Non solo gol a valanga, ma un rendimento costante al servizio della squadra, che ha subito un breve calo a metà dicembre in occasione delle partite contro Fiorentina, Barcellona e Roma, per le quali il belga è stato troppo frettolosamente criticato. Prestazioni che hanno abbondantemente giustificato la ferrea volontà di Conte di portare Lukaku a Milano e i 65 milioni di euro più bonus sborsati dalla società di Viale della Liberazione per strapparlo al Manchester United. L’ombra di Mauro Icardi, intanto, continua ad assottigliarsi, nonostante l’ottima stagione disputata fino a questo momento dall’argentino all’ombra della Tour Eiffel. Il centravanti implacabile o l’uomo squadra? I tifosi dell’Inter sembrano aver preso la propria decisione.

Beppe Marotta dirigente dell'Inter

Calciomercato Inter, da Pogba a Chiesa: la rivoluzione di Marotta in 6 mosse

sanchez

Calciomercato Inter, tesoretto in arrivo: Marotta programma 6 cessioni