in

Inter, l’Italia come una medaglia: doppia faccia contro l’Armenia

Nicolò Barella
Nicolò Barella, centrocampista dell'Italia

Inter, Barella e Zaniolo fanno sognare i tifosi azzurri

L’Italia di Roberto Mancini sta depositando sopra i tifosi azzurri un velo di euforia incredibile, rendendo possibile il pensiero di un’Italia campione d’Europa. Ieri sera gli azzurri hanno completamente asfaltato l’Armenia, aiutati da una nuova ed una vecchia conoscenza dell’Inter: Barella e Zaniolo. Partiamo da quella vecchia: Nicolò Zaniolo è stato scambiato la scorsa estate con Nainggolan, con l’aggiunta di un conguaglio economico a favore della Roma. Sembrava che l’Inter avesse fatto un grande affare, se non fosse che Nainggolan è diventato un esubero a Milano, quindi e tornato a Cagliari, mentre Zaniolo ora è addirittura in nazionale maggiore a soli 20 anni e sta stupendo tutti.

L’altro lato della medaglia per fortuna è molto più dolce per l’Inter, che anche quando gioca l’Italia può godersi il tanto amato Barella, che dopo un inizio a tentoni sta dimostrando tutte le sue straordinarie qualità. In merito alla partita di ieri sera, La Gazzetta dello Sport gli ha donato una pagella da togliere il fiato, 7,5 con allegate queste parole: “Barella è una mezzala diventata grande con Conte e Mancini. Fa tutto. Il gol è una perla, in quel ruolo in Europa pochi come lui”.

Stefano Sensi

Inter, emergenza a centrocampo: Sensi ancora out

Matteo Politano

Calciomercato Inter, scambio con il Genoa: Politano è la chiave