in

Inter, l’importanza di Stefano Sensi

Stefano Sensi centrocampista dell'Inter
Stefano Sensi, centrocampista dell'Inter

Sensi è pronto a riprendersi l’Inter

Il lungo periodo di infortunio sembra sia finalmente giunto al termine per Stefano Sensi. Nonostante i pochi minuti concessogli durante la partita contro il Napoli, il centrocampista dell’Inter sembra finalmente pronto per tornare stabilmente in campo, magari già dalla partita contro l’Atalanta. Sarebbe un recupero fondamentale per Antonio Conte, soprattutto dopo quanto mostrato nella prima parte di stagione.

Sensi ha infatti dimostrato di essere la mezzala perfetta per gli schemi dell’allenatore salentino. Dinamicità, tecnica, rapidità e visione di gioco fanno di lui un centrocampista molto completo, capace di svolgere nello stesso, eccellente modo sia la fase difensiva che quella offensiva. I suoi 168 cm di altezza non gli impediscono, inoltre, di lottare dal punto di vista fisico, data l’ottima forza sulle gambe e la velocità, con la quale riesce spesso a sopperire.

Inter, quanto è importante Stefano Sensi?

Stefano Sensi
Stefano Sensi, centrocampista dell’Inter

Non sono solo le caratteristiche a fare grande il classe ’95. I suoi inserimenti, la sua costante presenza in mezzo al campo e la sua intelligenza tattica ne fanno un’arma fondamentale per lo scacchiere dell’Inter di Antonio Conte, soprattutto quando la squadra inizia a essere stanca e tirare un po’ il fiato.

La sua assenza si è sentita tanto negli ultimi mesi, soprattutto dato il livello e le caratteristiche dei suoi sostituti. Vecino e Gagliardini non sono e non saranno mai in grado di svolgere l’enorme mole di lavoro svolta da Sensi: Antonio Conte ha finalmente ritrovato una pedina vitale per il suo centrocampo.

Sandro Tonali

Calciomercato Inter, c’è l’incontro: tra Eriksen e Vidal spunta Tonali

Matteo Politano

Calciomercato Inter, Politano al Milan? Marotta valuta uno scambio