Inter, la società risponde a Spalletti: “Ha rifiutato la buonuscita”

Inter, botta e risposta tra il club nerazzurro e Luciano Spalletti

Luciano Spalletti per l’Inter è stato una sorta di “paladino della resurrezione”. Grazie a lui i nerazzurri sono usciti da un periodo di profonda crisi, durato quasi un decennio, e hanno cominciato a rivedere la luce. Sotto la sua guida, il Biscione è “tornato a riveder le stelle”, grazie ai due quarti posti conquistati nelle stagioni 2017/18 e 2018/19. Non è stato semplice raggiungere certi traguardi, ed i tifosi nerazzurri potrebbero confermarlo con estrema fermezza, ricordando i due match al cardiopalma contro la Lazio e l’Empoli. Nella serata di ieri, a Castellammare di Stabia, si sono tenuti  gli Italian Sport Awards e Spalletti è stato brevemente intervistato. L’ex allenatore dell’Inter si è lasciato andare a delle dichiarazioni piuttosto pungenti, che hanno attirato l’attenzione del club meneghino.

Ecco le parole pronunciate ieri sera dal tecnico toscano: “Io non avrei smesso di allenare. Nei mesi scorsi mi ha cercato solo il Milan, ma l’Inter ha deciso di pagarmi per stare a casa. Di fronte a tali dichiarazioni l’Inter quest’oggi ha risposto, e lo ha fatto attraverso l’agenzia Ansa, che ha pubblicato le seguenti parole: “Oltre al compenso maturato dal Signor Spalletti, la Società aveva proposto un’ulteriore offerta economica come incentivo all’esodo, che non è stata accolta dall’allenatore”. Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, Ansa farebbe riferimento ad un’offerta di buonuscita che l’Inter avrebbe proposto all’ex tecnico. La cifra si sarebbe aggirata intorno al milione di euro e l’allenatore toscano l’avrebbe rifiutata categoricamente.

Seguici su Facebook

Aiutaci a crescere!