in

Inter, la “sfortuna” dei terzini sinistri: storicamente un ruolo complicato

Dalbert, ex terzino Inter
Dalbert, ex terzino Inter

Quando si pensa all’Inter e ai grandissimi giocatori della sua storia, spesso si citano centrocampisti, attaccanti, fantasisti e goleador. Viene più difficile ricordare i terzini, soprattutto quelli sull’out mancino. Sulla destra il Maicon il Colosso ha dominato per anni essendo interprete unico di un ruolo che lo ha incoronato sicuramente miglior terzino destro della storia nerazzurra e probabilmente anche uno dei migliori al mondo. A sinistra invece le cose sono sempre state più complicate.

Attenzione però, questo non significa che nomi altisonanti non se ne siano visti sulla corsia mancina nerazzurra: Facchetti è stato uno dei più grandi terzini sinistri italiani ed è stato capitano e bandiera del club meneghino, Andy Brehme viene ricordato come uno dei laterali mancini più forti del calcio europeo (Matthaus dixit) e ha vinto uno scudetto e una coppa Uefa negli anni 90′ con l’Inter. Altro fenomeno assoluto, probabilmente il più forte terzino sinistro della storia del calcio, è Roberto Carlos. Lo scarso feeling con Roy Hodgson, però, gli ha fatto intraprendere troppo presto la via di Madrid.

Giacinto Facchetti, ex terzino dell'Inter
Giacinto Facchetti, ex bandiera dell’Inter

Inter, da Maxwell a Dalbert: campioni e meteore

2009-2020. Sono passati undici anni, tanti ma nemmeno troppi. Senza voler andare a ripescare tutte le rose dell’Inter dal 1908 ad oggi, citiamo solamente alcuni giocatori che proprio da quel 2009 fino ai nostri giorni hanno occupato la fascia mancina interista, con risultati alquanto altalenanti.

L’ultimo vero grande terzino sinistro a indossare la divisa nerazzurra è stato Maxwell. Il talentuoso argentino mandato in prestito all’Empoli per essere sgrezzato fu richiamato alla base dove mise in mostra le sue grandissime qualità per poi essere ceduto nel 2009 al Barcellona. Attenzione, non ce ne voglia Christian Chivu, immenso campione nerazzurro che per amore della squadra si è rotto letteralmente la testa, ma l’ex Roma ha reso sicuramente più da centrale. Risultato: Champions a Milano con Christian titolare in finale e arrivederci e grazie. Dopo l’ultimo baluardo il buio: Nagatomo dal 2011 al 2018 (sicuramente uno dei migliori per rendimento tra tutti i terzini che leggerete in questa lista, grande impegno e professionalità da parte di Yuto), passando da Alvaro Pereira che ricoprì quel ruolo per due anni con risultati disastrosi fino all’anonimo Dodò nel 2015.

Il 2016 fu l’anno di Erkin, giocatore così poco affidabile che fu venduto nella stessa sessione in cui venne acquistato senza mai esordire. Con Spalletti  arrivò  Dalbert, giocatore che ogni tifoso nerazzurro vorrebbe rimuovere il più in fretta possibile dalla sezione “ricordi”. L’estate scorsa ritornò nel club che lo aveva già avuto Biraghi. Avrebbe meritato una chance in più vista l’ottima stagione ma il suo prestito non è stato prolungato e ha fatto ritorno alla Fiorentina.

Leo Messi, sei volte Pallone d'Oro del Barcellona

Calciomercato Inter, clamoroso Messi: dalla Spagna arrivano conferme

Marcelo Brozovic, centrocampista inter

Inter, auguri e Covid: buon compleanno Brozovic