Inter, la frecciata di Spalletti: “Pagato per starmene a casa”

Inter, Spalletti ritorna sul suo addio ai colori nerazzurri

Due qualificazioni Champions raggiunte dopo un lungo digiuno. Se l’Inter concorrerà fino alla fine per lo Scudetto, forse, è anche merito di Luciano Spalletti, che ha riportato l’entusiasmo nella Milano nerazzurra prima di essere sostituito da Antonio Conte sulla panchina meneghina. Durante il Gran Galà del Calcio, il tecnico originario di Certaldo è tornato sul suo addio al club di Viale della Liberazione: “L’ultimo anno è stato molto intenso, per certi versi complicato, forse questo ha reso il quarto posto ancora più importante. Sto benissimo così, l’Inter ha fatto le sue scelte, io penso di aver fatto bene. C’è un lavoro di continuità che la società sta portando avanti nel miglior modo possibile”.

Sul futuro: “Ho bisogno di un’altra sfida come le precedenti. Vengo dalle esperienze con Zenit, Roma e Inter, durante le quali ci siamo dovuti rimboccare le maniche per uscire da situazioni complicate. Sono stato contattato dal Milan, poi è stato deciso di continuare a pagarmi rimanendo a casa. Prendo atto delle conclusioni alle quali si è arrivati”.

Capitolo Scudetto: “E fin qui un bel campionato. La Juventus rimane la favorita, ma l’Inter sta conseguendo risultati importanti, dando seguito a quanto fatto negli anni precedenti. Niente paragoni, io avevo degli obiettivi e sono stati raggiunti. Oggi ce ne sono altri e la squadra è in corsa per quelli”.

Seguici su Facebook

Aiutaci a crescere!