in

Inter, la banda del buco: difesa horror, errori tattici o individuali?

Benevento-Inter
Esultanza dell'Inter dopo lo 0-3 di Hakimi

La domanda che ci siamo posti in questi giorni non è affatto scontata: perché l’Inter subisce così tanti gol? Una sola risposta non esiste ma, assistendo alle ultime partite, potremmo trarre delle conclusioni approssimative sulla compagine di Antonio Conte. Andando a ritroso, possiamo notare come i nerazzurri abbiano vinto 4 partite contro il Benevento, la Fiorentina, il Genoa e l’ultima contro il Torino, ne hanno pareggiate 3 con la Lazio, il Parma e l’Atalanta e hanno perso la partita più importante, ovvero il derby contro il Milan.

Da tutta questa matassa sono arrivati ben 15 punti e la quinta posizione in classifica. Eppure, anche dopo 4 partite senza vittoria, tra campionato e Champions League, Conte, con tutta la sua professionalità, riesce a trovare la serenità di dire che il suo obiettivo sarà raggiunto quando i giocatori avversari sentiranno di affrontare non solo altri undici calciatori, ma una squadra compatta e un sistema di valori comune. Inoltre, nello scorso campionato, l’Inter è stata la migliore difesa, con una media inferiore di un goal subito a partita. Quindi, come si spiega questo cambio repentino, con 13 gol subiti in 8 partite di campionato? >>>CONTINUA A LEGGERE SU FOOTBALLNEWS24.IT

Antonio Conte, allenatore dell'Inter

Inter, Conte prepara l’11 anti Real Madrid: la probabile formazione

Beppe Marotta, Amministratore Delegato dell'Inter

Calciomercato Inter, nuovo nome per la mediana: ipotesi scambio con il Bayern