in

Inter, ecco perché Lukaku è meglio di Icardi

Romelu Lukaku
Romelu Lukaku, attaccante dell'Inter

Inter, Lukaku ed Icardi: due bomber opposti

L’Inter ieri sera ha vinto sul difficilissimo campo dello Slavia Praga, grazie ad una prestazione di carattere. I protagonisti del match sono stati senza dubbio Lautaro Martinez e Romelu Lukaku, i gemelli del gol che stanno facendo impazzire i tifosi della Milano nerazzurra. Dopo ogni match dei nerazzurri torna di moda il paragone tra Icardi ed il belga anche se si tratta di due giocatori che interpretano il ruolo in modo completamente opposto e risulta difficile confrontarli, se non quasi impossibile.

Leggi anche: Calciomercato Inter, Aubameyang nei radar di Marotta

Inter, con l’acquisto di Lukaku sei migliorata

Mauro Icardi
Mauro Icardi, attaccante del PSG

Ieri Lukaku ha fatto vedere al mondo intero di cosa è capace. Non solo ha trovato il tanto atteso gol in Champions, ma ha fatto capire a tutti che tipo di giocatore sia. Non solo ha trovato la via della rete per ben 3 volte (anche se 2 gol gli sono stati annullati grazie al controllo del VAR), ma ha mandato Lautaro in gol in 2 occasioni. I numeri, seppur enormi, probabilmente sminuiscono la prestazione del belga, che ha giocato per la squadra per 90 minuti, facendo a sportellate con i difensori e consegnando precise sponde ai compagni. Lukaku è un attaccante completo, è il fattore di crescita principale di questa Inter. Non pensa solo ai gol, bensì a lavorare per la squadra, caratteristica che condivide con Lautaro. Icardi è sempre stato un attaccante esclusivamente d’area di rigore, in 90 minuti era capace di toccare il pallone una sola volta, ma per metterlo in rete. Giocava poco e nulla per la squadra, l’esatto opposto di Lukaku, e chissà, forse era proprio lui il limite dei nerazzurri.

Leggi anche: Inter, Lazaro finalmente decisivo

Dries Mertens

Calciomercato Inter, operazione Mertens: ingaggio top per il belga

Antonio Conte

Inter, la maledizione di Conte: ecco un altro stop