in

Inter, è giusto insistere su Christian Eriksen?

Christian Eriksen attualmente è il più grande punto di domanda in casa Inter. Meglio puntare alla cessione o insistere sul giocatore?

Eriksen, centrocampista dell'Inter
Eriksen, centrocampista dell'Inter

Tra quasi dieci giorni sarà passato un anno dal passaggio di Christian Eriksen all’Inter. Arrivato come il gran colpo del calciomercato invernale dopo aver entusiasmato i tifosi del Tottenham per anni, il danese potrebbe già essere in uscita.

Attualmente il 28enne è il più grande punto di domanda dei nerazzurri. Il feeling tra il danese e l’Inter non sembra essere mai sbocciato, è giusto insistere provando delle soluzioni tattiche per farlo rendere al meglio oppure cederlo per far cassa subito?

Eriksen, centrocampista dell'Inter
Eriksen, centrocampista dell’Inter

Inter, il punto della situazione Eriksen dopo un anno

Partendo dalla base, diversi tifosi hanno storto il naso pensando all’acquisto di Christian Eriksen. Qualcuno ha mai dubitato del talento? Certamente no. Ci sono stati dei dubbi, invece, su quanto il giocatore potesse riuscire ad inserirsi in un gioco come quello di Antonio Conte. Nonostante questi dubbi, quando si presenta la possibilità di prendere un calciatore di questa qualità ad una cifra simile, difficilmente si può dire di no, quindi da un certo punto di vista, l’acquisto è stato più che giusto. Dal punto di vista tattico, dopo un anno, abbiamo potuto notare il vero ‘contro’ di questo affare. Non a caso, il rapporto tra il tecnico dei nerazzurri e il mago danese non è mai stato dei migliori. L’ex Tottenham non ha mai potuto giocare una sola partita in un sistema lontanamente simile a quello a cui era abituato in Inghilterra o in Olanda.

Nella giornata di ieri, nonostante Eriksen stia ormai cercando una nuova casa più adatta alle sue caratteristiche, Antonio Conte ha provato a stravolgere tutto affidandogli un nuovo compito, ovvero quello del regista partendo dal basso. Nonostante il danese abbia fatto una buona prestazione in questo ruolo inedito, anche se dovesse dar continuità a queste prestazioni, rimarrebbe comunque sempre un rammarico non indifferente: se messo in condizione, quindi se schierato in un sistema di gioco in cui i palloni i fase offensiva passano dai suoi piedi, quanto potrebbe dare all’Inter? In sintesi, schierandolo in una zona del campo così, si rischia di snaturare un giocatore abituato a far decine di gol e assist. L’ex Tottenham, un anno fa, è stato il gran colpo di Giuseppe Marotta. Il 28enne è indubbiamente un giocatore di grandissima qualità – e diverse giocate l’hanno dimostrato – ma, probabilmente, almeno con il tecnico leccese in panchina, il centrocampista non è adatto all’Inter e viceversa. Saranno giornate importanti per il suo futuro. E chissà, magari dalla partita contro la Juventus potrebbe cambiare tutto.

Beppe Marotta, amministratore delegato dell'Inter

Calciomercato Inter, arriva un top player a zero: sfida al Barcellona

Beppe Marotta, ad Inter

Calciomercato Inter, Marotta fa spesa in Premier League: doppio colpo dal Chelsea