in

Inter, Conte: “Il 2-0 avrebbe ammazzato chiunque…Sono totalmente d’accordo con Lukaku”

Antonio Conte, allenatore dell'Inter
Antonio Conte, allenatore dell'Inter

Nel post partita della gara tra Inter e Torino è intervenuto ai microfoni di Dazn Antonio Conte. La Beneamata è riuscita a ribaltare la gara negli ultimi trenta minuti della seconda frazione di gara vincendo per 4-2. Ecco alcune dichiarazioni del tecnico salentino: “Io penso che bisogna guardare tutte le situazioni. Da parte nostra non c’è stato un grande approccio e dovevamo essere veloci e determinati, non riuscivamo a vincere nemmeno un contrasto. Capisco le difficoltà di quando si ritorna dalla nazionale e di capire l’importanza della partita però c’è stato poco furore agonistico nella prima parte. Nella seconda parte i ragazzi meritano i complimenti perché il 2-0 avrebbe ammazzato chiunque e abbiamo dimostrato che abbiamo qualcosa di importante a livello caratteriale, anche a se a volte dobbiamo scavare per trovarlo. Non era semplice ma sono contento perché si parla di una gara rimontata”.

Antonio Conte, allenatore dell'Inter
Antonio Conte, allenatore dell’Inter

Inter, Conte critica l’atteggiamento: “Sono d’accordo con Lukaku…Non è una questione tattica”

Successivamente Conte ha parlato della sua squadra: “Ho la percezione che dobbiamo lavorare e alzare l’attenzione, rispetto all’anno scorso da questo punto di vista abbiamo perso e dobbiamo essere bravi a ritrovare questa situazione. Bisogna sempre al di là di tutto metterci tutto e metterci testa, cuore e gambe. Mi auguro che questo serva per il futuro perché se vogliamo qualcosa bisogna conquistarla. La prima parte non mi è piaciuta assolutamente e mi auguro che questo serva da lezione ci faccia capire che la strada è lunga e faticosa. Bisogna lavorare e scavare per fare i solchi, dobbiamo far trovare il campo in salita agli avversari. Questo è avvenuto in ritardo, quindi bisogna ritrovare la giusta via, se non ci metti qualcosa a livello personale diventa difficile. L’Inter ha bisogno di questi valori”.

In più è intervenuto anche su Lukaku e sul carattere del gruppo: “Io penso che Romelu e gli altri siano giocatori intelligenti anche perché  nelle difficoltà fanno delle valutazioni. Bisogna cambiare ed avere un furore diverso per vincere perché gli avversari devono sentirlo e ancora noi non lo abbiamo e ci stiamo lavorando. Mi auguro che tutti insieme possiamo caprie la situazione perché abbiamo ragazzi intelligenti e mi trovo totalmente d’accordo con Romelu. Non è una questione tattica anche perché nel secondo tempo tatticamente è cambiato poco, è cambiato l’atteggiamento la determinazione e la voglia”. Intanto sull’asse di mercato Marotta pesca dalla Francia un gran colpo sulla fascia. >>>CONTINUA A LEGGERE

Lukaku, attaccante dell'Inter

Inter-Torino 4-2, gara ribaltata con carattere: la LuLa salva Conte

Romelu Lukaku

Inter, Lukaku arrabbiato: “Non siamo una grande squadra”