in ,

Inter, caso Nainggolan: spunta un clamoroso retroscena

Radja Nainggolan centrocampista dell'Inter
Radja Nainggolan, centrocampista dell'Inter

La vicenda riguardante Radja Nainggolan si è conclusa in una maniera del tutto insolita: tutto lasciava pensare che il ritorno del belga in Sardegna fosse scontato, eppure la dirigenza nerazzurra è stata rigida e ferma sulle sue decisioni fino all’ultimo secondo. L’Inter ha continuato a chiedere una cifra tra i 10 e i 12 milioni di euro per il cartellino del centrocampista. Nel corso di queste settimane era stato raggiunto l’accordo tra Nainggolan e Giulini, col calciatore che avrebbe rinunciato persino a 1 milione del suo ingaggio pure di far ritorno al Cagliari. L’Inter aveva già dato in prestito gratuito e secco Nainggolan alla società sarda lo scorso campionato, quindi non voleva ripetere lo stesso errore una seconda volta. Il Cagliari, forte della volontà del giocatore, premeva per ottenere nuovamente il cartellino gratuitamente.

Beppe Marotta, Amministratore Delegato dell'Inter
Beppe Marotta, Amministratore Delegato dell’Inter

Inter, Nainggolan da esubero a rinforzo

Nonostante le partite di campionato di mezzo, l’Inter aveva preferito non convocare Nainggolan, presumendo che non avesse il piglio giusto per giocare al meglio per colpa delle voci di mercato. Il belga, dal canto suo, non ha mai nascosto la voglia di lasciare Milano per tornare in Sardegna, ma da parte del Cagliari non è stato fatto alcun passo in avanti per venire incontro alle richieste dell’Inter. I nerazzurri ad un certo punto avevano pure richiesto il cartellino del giovane regista della primavera rossoblù Ladinetti come contropartita tecnica per abbassare il costo dell’operazione, ma il presidente Giulini ha continuato a imporre le sue ragioni per arrivare a prendere Nainggolan a costo zero, mettendo Marotta alle strette. Alla luce di questo comportamento, l’Inter ha deciso di bloccare tutto e di tenersi il ninja.

Nelle ultimissime ore di mercato l’agente di Nainggolan Alessandro Beltrami è andato in sede dell’Inter per un ultimo tentativo pacificatore, tentando di riaprire questa trattativa col Cagliari, ma Marotta ha chiuso ogni discorso confermando che Nainggolan sarebbe rimasto in nerazzurro. Antonio Conte così può vantare un ulteriore rinforzo a centrocampo, che si potrebbe rivelare molto più che un semplice regalo di consolazione per il mancato acquisto di Kantè. Un pizzico di rammarico per il centrocampista francese deriva proprio dal fatto che l’Inter aveva già strappato il sì del calciatore >>> CONTINUA A LEGGERE

Antonio Conte

Inter, Conte comunica la lista Champions: la decisione su Nainggolan e Vecino

Stefano Sensi centrocampista dell'Inter

Inter, il peso di essere sempre contro tutto e tutti: scandalo Sensi