in

Inter, ballottaggi per Conte: probabili cambi in difesa e centrocampo

Nainggolan, centrocampista dell'Inter
during the Pre-Season Friendly match between FC Internazionale and Lugano at the club's training ground Suning Training Center in memory of Angelo Moratti on September 15, 2020 in Como, Italy.

Oggi Antonio Conte, dopo quasi due settimane, ha potuto lavorare nuovamente con l’organico al completo. In casa Inter sono rientrati tutti i nazionali e anche chi è arrivato per ultimo è risultato negativo al giro di tamponi effettuato in queste ore. Saranno sicuramente assenti Kolarov e Brozovic causa Covid, per il resto si potrà contare su tutti. Alcuni dubbi restano tra la difesa e il centrocampo, con forse un turno di riposo per Bastoni e Skriniar, spremuti dagli impegni con le nazionali. Potrebbe rifiatare in mezzo anche uno tra Vidal e Barella, anche questi ultimi impiegati sempre nelle partite disputate.

Nainggolan in rampa di lancio, con Gagliardini a protezione della difesa ed Eriksen destinato all’ennesima panchina. Sulle fasce Hakimi che ha smaltito l’infortunio sulla destra, a sinistra Young che ha lavorato sempre ad Appiano Gentile in questi dieci giorni al posto di Perisic rientrato dalla Croazia. In attacco si rivede Lukaku e al suo fianco ci sarà Lautaro Martinez (con Sanchez a gara in corso pronto a subentrare)

Lukaku, attaccante dell'Inter
Romelu Lukaku, centravanti dell’Inter

Inter, pronto l’11 anti Torino: pronti Ranocchia e Nainggolan

Domenica, alle ore 18, l’Inter torna in campo per affrontare il Torino nell’ottava giornata di campionato. Cambi mirati per dare spazio a tutti e per avere tutti concentrati e pronti in vista del match di mercoledì contro il Real Madrid.

Probabile Formazione: Handanovic; Ranocchia, de Vrij, D’Amrosio, Hakimi, Young; Vidal, Gagliardini, Nainggolan; Lukaku, Lautaro

Antonio Conte, ex allenatore dell'Inter

Calciomercato Inter, svelato un retroscena: “Per il dopo Conte nome a sorpresa”

Zidane, allenatore Real Madrid

Inter, tegola Real Madrid: oltre Ramos positivo al Covid un altro big