in

Fiorentina-Inter 1-2, Conte soffre: Lukaku la risolve all’ultimo

Nonostante la grande sofferenza, l’Inter conquista i quarti di finale grazie al solito Romelu Lukaku.

Lukaku, attaccante dell'Inter
Lukaku, attaccante dell'Inter

Dopo l’ultimo posto in Champions League, Antonio Conte ha il compito di ottenere degli ottimi risultati almeno in Italia. Dopo diverso tempo, l’Inter ritorna ad affrontare la Fiorentina in Coppa Italia.

I nerazzurri si presentano a questa sfida con diverse novità nell’undici titolare. Grande chance per Christian Eriksen inaspettatamente schierato da regista, turno di riposo per Lukaku che verrà sostituito da Alexis Sanchez. Molto turnover per Antonio Conte in vista della partita contro la Juventus.

Antonio Conte, allenatore dell'Inter
Antonio Conte, allenatore dell’Inter

Fiorentina-Inter 1-2, tante occasioni sprecate: Conte conquista comunque i quarti

Nel primo tempo si è vista l’Inter giocare in maniera molto attenta ma c’è comunque la mancanza di concretezza come unica pecca. Sanchez indubbiamente è il protagonista della gara, Eriksen, nel suo nuovo ruolo, fornisce diversi palloni molto interessanti ai compagni. Dopo aver sprecato molto, la svolta arriva nel finale quando Arturo Vidal trasforma il rigore concesso ai nerazzurri dopo un breve controllo al var da parte di Massa. La prima frazione di gara si conclude con molte polemiche per via del rigore originariamente assegnato e poi – giustamente – annullato alla Fiorentina. Il secondo tempo si apre con una grandissima occasione sprecata da Lautaro Martinez. Un gol sbagliato che costa molto ad Antonio Conte visto che, pochi minuti dopo, ci pensa Kouamè a riportare la parità con un gran gol.

Nonostante l’ingresso dei titolarissimi, i nerazzurri continuano a mancare l’ultimo passaggio che, finora, è la chiave decisiva che manca per riuscire a vincere una partita difficile. L’occasione sbagliata da Sanchez pareggia l’errore di Lautaro ed entrambi continuano a bloccare la partita. La partita molto confusa degli uomini di Conte diventa sempre più lunga e andare ai supplementari è una notizia ancora peggiore se si pensa che, solo tra qualche giorno, c’è la Juventus. Dopo un’altra mezz’ora di gioco la partita non cambia il suo copione: l’Inter ci prova, la Fiorentina sfrutta le ripartenze e si difende bene. La svolta arriva solo all’ultimo minuto quando, il solito Romelu Lukaku si libera del difensore e con un colpo di testa spedisce la sua squadra ai quarti di finale. Una vittoria d’importanza al dir poco fondamentale.

Beppe Marotta, amministratore delegato dell'Inter

Calciomercato Inter, idea dalla Premier League: nuovo obiettivo per l’attacco

Antonio Conte, allenatore dell'Inter

Calciomercato Inter, Conte fa saltare tutto: l’affare era concluso