in

Da Lilian a Marcus Thuram: una storia nel pallone

Thuram, una storia ancora da scrivere sulle orme del padre: potrebbe essere decisivo anche in Italia?

Da qualche ora è vivo l’interesse dell’Inter per Marcus Thuram, attaccante classe 1997 del Borussia Monchengladbach, squadra di Bundesliga. Pensando al suo cognome non si può non fare riferimento al padre, Lilian Thuram, calciatore che ha fatto le fortune nei club in cui ha giocato, tra cui Juventus e Parma in serie a e all’estero nel Barcellona. Con la nazionale francese primeggia a livello di presenze, 142 con 2 reti, si è laureato campione del mondo nel 1998, campione d’Europa nel 2000 e nel 2003 ha vinto la Confederations Cup.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Inter, richieste per Pinamonti: la Serie A chiama

L’attenzione però ora è puntata sul figlio Marcus che certamente ha il fardello sulle spalle di essere il figlio di uno dei calciatori migliori della storia francese. Starà a lui, se pur in un ruolo completamente diverso da quello del padre, dimostrare di essere all’altezza delle aspettative e del cognome che porta sulle spalle.

Marcus, un talento pronto a sbocciare

Ancora una volta nel cognome Thuram l’Italia è nel destino, ma questa volta i colori della maglia non sono più quelli bianconeri di Parma e Juventus, ma sono quelli nerazzurri dell’Inter. Thuram Junior nasce proprio a Parma nel 1997 e milita in Germania. Il suo contratto è di 2.5 milioni di euro netti all’anno e il costo del cartellino sui 30 milioni di euro. Simone Inzaghi ha dato l’ok per l’avvio della trattativa e la sensazione è che, con la mediazione di Mino Raiola, agente del francese, il tutto si potrebbe chiudere intorno ai 25 milioni di euro.

LEGGI ANCHE: Inter: la Curva Nord è carica “Difendiamo con le unghie e con i denti lo scudetto”

Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche, Marcus è un attaccante duttile che può ricoprire sia il ruolo di prima punta e sia quello di seconda punta. Per questa ragione nelle file offensive nerazzurre potrebbe andare a sostituire Dzeko in caso di necessità o anche giocare insieme al bosniaco. Fisicamente Thuram è ben piazzato, alto 1:92 cm, e predisposto a ricoprire più posizioni d’attacco. Come caratteristica importante ha la velocità e la rapidità nel saltare l’uomo e fornire assist ai compagni. Per quanto riguarda il lato marcature Marcus non è certamente un rapace d’area e i numeri sono li a dimostrarlo: con la maglia del Borussia ha totalizzato 80 presenze e 25 gol, con una media di 0.3 gol a partita, piuttosto bassa per un attaccante. Nell’ambiente nerazzurro, qualora dovesse arrivare la certezza dell’operazione, tutti confidano nel fatto che la sua vena realizzativa debba ancora esplodere del tutto, vista ancora la sua comunque giovane età.

Un ragazzo ribelle

Del tutto particolare l’episodio che lo ha visto protagonista nel Dicembre del 2020. Marcus è stato squalificato per 6 giornate con una multa di 40 mila euro e la detrazione di un mese di stipendio, per uno sputo in faccia a Stefan Posh, calciatore dell’Hoffenheim. L’episodio, avvenuto al minuto 77 fu inoltre aggravato dal fatto che avvenne in tempi di pandemia da Covid-19. Al termine della gara Thuram ha però riconosciuto l’errore scusandosi pubblicamente attraverso delle dichiarazioni qui sotto riportate:

LEGGI ANCHE: Thuram Inter: parla il DS ” Non vorremmo cederlo

“Oggi è successa una cosa che non fa parte del mio carattere e che non dovrà ripetersi mai più. Mi sono comportato male nei confronti di un calciatore avversario. Non l’ho fatto di proposito. Mi scuso con tutti, con Posh, con i miei avversari, i miei compagni e la mia famiglia, oltre che con tutti quelli che hanno visto la mia reazione.”

La nazionale

Il debutto è avvenuto l’11 Novembre 2020 nell’amichevole contro la Finlandia. Dopo un lungo percorso nelle giovanili infatti è arrivato il tanto sperato e sognato debutto con la nazionale maggiore. La fiducia del CT Didier Deschamps lo ha portato anche ad essere convocato agli Europei 2020 da poco trascorsi, dove ha giocato 7 minuti nell’ottavo di finale contro la Svizzera, partita che tra le altre cose ha decretato l’eliminazione della nazionale francese dagli Europei. Con la nazionale Under 19 Marcus ha comunque vinto un Europeo battendo l’Italia in finale per 4-0.

Calciomercato Inter, vicino l’accordo per Thuram

Simone Inzaghi, allenatore dell'Inter

Conferenza stampa Inzaghi: “Difenderemo lo scudetto”