in

Bergomi critica l’Inter: “Mi è piaciuta poco, alla lunga non vinci”

Giuseppe Bergomi
Giuseppe Bergomi, ex calciatore dell'Inter e opinionista di Sky

L’Inter nel pomeriggio di ieri è riuscita a ritrovare i tre punti in campionato battendo per 4-2 il Torino con un’incredibile rimonta negli ultimi trenta minuti. La Beneamata ha dimostrato una prova di carattere, dopo essere stata quasi assente nella prima frazione di gara ed andando sotto di due reti in 60 minuti: insomma non è stata proprio una grande prestazione tattica, ma alla fine i nerazzurri sono riusciti a strappare la vittoria. Sulla questione è intervenuto anche Beppe Bergomi su Sky: “L’Inter mi è piaciuta poco, perché le reazioni emotive ti facilitano una volta o due, ma così alla lunga non vinci. Non si può pensare di essere competitivo fino alla fine giocando sui nervi. Continuo a credere che questa squadra trovi meno difficoltà fuori casa, a San Siro con le squadre che si chiudono fai fatica se non ci metti furore, anche perché non c’è molta qualità nei singoli”.

Esultanza di Sanchez e Lukaku
Esultanza al goal di Sanchez contro il Torino (@imagephotoagency)

Inter, la dura critica di Bergomi sulle prestazioni dei nerazzurri

Successivamente Bergomi ha continuato a parlare delle prestazioni dell’Inter: “Questa squadra deve assolutamente crescere ed Hakimi deve essere utilizzato in maniera diversa, non gli si deve dare palla addosso. Non penso che Conte cambierà qualcosa tatticamente, ma l’Inter deve recuperare e andrà sulle certezze. La squadra non ha una buona organizzazione difensiva, non c’è un velocista dietro e prendono troppe ripartenze. Devono essere più compatti”.

La Beneamata è riuscita a portare a casa la vittoria contro il Torino, ma non ha convinto dal punto di vista del gioco, come anche nelle altre partite, con Conte che deve apportare qualche miglioramento per puntare in alto. Intanto sull’asse di mercato Marotta pesca in Francia un colpo pazzesco per la fascia. >>>CONTINUA A LEGGERE

Paul Pogba, centrocampista della Francia

Calciomercato Inter, dalla Spagna sono sicuri: Pogba-Milinkovic, destini intrecciati

Eriksen, centrocampista dell'Inter

Calciomercato Inter, Marotta non vuole Eriksen: Xhaka o Paredes le contropartite