in

Inter, prossima settimana decisiva per la cessione di Hakimi

Hakimi, terzino dell'Inter
Hakimi, terzino dell'Inter (@imagephotoagency)

Per l’ex Real Madrid è sfida tra Psg e Chelsea: tra i sostituti spunta Lazzari. Sensi dice no alla Fiorentina

Si avvicina il momento dell’addio, in casa Inter, per il terzino marocchino Achraf Hakimi. La prossima, infatti, potrebbe essere la settimana decisiva. I nerazzurri, come riferito dal Corriere dello Sport, avrebbero abbassato le pretese a 70 milioni, con Chelsea e Psg pronte a darsi battaglia. L’Inter non vorrebbe contropartite per l’ex Real Madrid e Borussia Dortmund, ma i Blues continuerebbero ad inserire calciatori comunque graditi come Emerson Palmieri, Marcos Alonso e Zappacosta. I francesi, invece, sembrerebbero in pole position ma dovrebbero colmare il gap tra domanda ed offerta, attualmente di circa 10 milioni di euro.

Inter che, per la sostituzione di Hakimi, punterebbe poi in Italia. Il neo tecnico nerazzurro Simone Inzaghi avrebbe infatti chiesto Manuel Lazzari, che ben conosce per averlo allenato alla Lazio. Un operazione comunque difficile, sia per i rapporti tesi tra i due club sia perchè il Presidente Lotito aveva acquistato il calciatore due estati fa dalla Spal per quasi 20 milioni di euro. Intanto potrebbe saltare la cessione di Stefano Sensi alla Fiorentina. Nei giorni scorsi, infatti, l’ex centrocampista del Sassuolo era stato proposto ai viola per arrivare al portiere polacco Dragowski, con entrambi i calciatori valutati intorno ai 20 milioni di euro, ma Sensi avrebbe detto no alla Fiorentina.

Eriksen, centrocampista dell'Inter

Inter, Eriksen migliora: giovedì potrebbe essere allo Stadio

Calciomercato Inter, colpo dal Milan: ecco Calhanoglu

Calciomercato Inter, colpo dal Milan: a sorpresa ecco Calhanoglu