in

Inter, ds del Brescia su Tonali: “Milan più serio dei nerazzurri”

Sandro Tonali ex centrocampista del Brescia
Sandro Tonali, ex centrocampista del Brescia

Non le manda a dire Giorgio Perinetti, direttore sportivo del Brescia, neo retrocesso in Serie B. Intervistato da Mediagol.it, ha parlato dell’addio di Sandro Tonali, centrocampista promettente cercato dall’Inter, ma che è finito nell’altra sponda di Milano. Un trasferimento quasi sorprendente, visto che il lodigiano sembrava ad un passo dai nerazzurri, per poi all’improvviso trovarsi al Milan. Ecco le parole di Perinetti: “Sandro aveva un mercato importantissimo prima del Covid-19 anche su scala internazionale, poi sembrava che lui e il suo agente avessero stipulato un mezzo accordo con l’Inter. Il nostro Presidente ha capito che la trattativa doveva essere condotta ad altro livello e ha trovato un accordo direttamente con Maldini e in qualche giorno ha definito tutto. Cellino è stato molto bravo a intuire che doveva cambiare strategia e impostare una trattativa con il Milan, molto rapida e seria, con la chiusura dell’affare che è avvenuta in poco tempo”.

Massimo Cellino, Presidente del Brescia
Massimo Cellino, Presidente del Brescia

Inter, le parole di Perinetti fanno male: Tonali aveva già scelto?

Le parole del direttore sportivo del Brescia, Perinetti, fanno davvero molto male. Da questa dichiarazione bisogna cercare di fare una parafrasi e capire cosa non ha funzionato nella trattativa con l’Inter. Il giocatore, sempre in base a quanto detto da Perinetti, avrebbe già avuto un accordo con l’Inter e quindi era intenzionato ad accettare la proposta di Marotta. Poi qualcosa si è rotto e la colpa non può essere solamente data alla lentezza della trattativa, che comunque parlando di un giocatore così promettente avrebbe avuto i suoi tempi.

Le alternative sono quindi solamente due. La prima è che l’Inter in contemporanea stesse cercando già altri giocatori al posto di Tonali, magari con più esperienza, tipo Vidal. La seconda alternativa è che sia stato proprio il giocatore a stracciare il mezzo accordo con l’Inter, perché tifoso fin da piccolo del Milan. Forse, la trattativa molto più rapida e seria con i rossoneri, è dovuta non a causa dell’Inter, ma a causa di Tonali.

Hakimi, terzino dell'Inter

Inter, il commento di Marianella: “Hakimi meglio di Chiesa”

Beppe Marotta, A.D dell'Inter

Calciomercato Inter, retroscena dal Real Madrid: Marotta ad un passo dall’accordo