in

Calciomercato Inter, sliding doors: a gennaio due nomi sulla lista di Marotta

Beppe Marotta, amministratore delegato dell'Inter
Beppe Marotta, amministratore delegato dell'Inter

Sliding doors o più comunemente Porte girevoli, è un termine che si usa per indicare la sostituzione di un qualcosa che immediatamente verrà rimpiazzato. E’ ciò che molto probabilmente avverrà in casa Inter durante la prossima sessione di mercato. Non bisognerà attenderci spese folli da Viale della Liberazione, ma Marotta e Ausilio puntelleranno la rosa reclutando giocatori funzionali a progetto e idee dell’allenatore. In virtù di ciò circolano già i primi nomi in vista di gennaio: Vecino ed Eriksen saranno ceduti, questo è ormai scontato. Chi li sostituirà dovrà essere in grado di ambientarsi subito al calco italiano e ai diktat di Conte e, infatti, ci si sta muovendo per ingaggiare un ‘ex conoscenza della nostra Serie A (in forze al momento in Francia), un giocatore che fa parte del campionato nostrano ma che a causa di motivi contrattuali non ha ancora mai visto il rettangolo di gioco.

Milik, attaccante del Napoli
Milik, attaccante del Napoli

Calciomercato Inter, svolta in vista: arrivano Paredes e Milik

Leandro Paredes e Arek Milik sono i principali indiziati a diventare nuovi giocatori dell’Inter. Il loro sbarco a Milano sarà legato agli scambi che si faranno con Napoli e Psg ,a cui potrebbero andare rispettivamente Vecino ed Eriksen.

Sia il centrocampista argentino che l’attaccante polacco sono profili graditi a Conte. Il primo manca in Italia da qualche anno, ma ha già dimostrato le sue qualità (e l’intesa con Lautaro). Mezzala tecnica che si esprime bene anche da play davanti alla difesa, assicura geometrie ed esperienza anche in campo europeo. Il secondo, invece, è già un calciatore del nostro campionato ma, pur vivendo la stagione più difficile della sua carriera, è in cerca di riscatto e questo potrebbe rappresentare uno stimolo enorme. Incisivo più come seconda punta, Milik preferisce giocare con un compagno con cui fare reparto (Lukaku e Lautaro sono perfetti in questo), dotato di istinto del gol e senso della posizione, ha la giusta esperienza per mostrare le sue abilità quando chiamato in causa.

Lukaku, attaccante dell'Inter

Inter, Conte si gode Lukaku: nessuno come lui con il Belgio

Christian Eriksen centrocampista dell'Inter

Inter, Conte ritrova la squadra: certezze e incognite dopo il rientro