Calciomercato Inter, Lautaro a rischio: il Barcellona tenta l’assalto

Calciomercato Inter, Lautaro al centro dei pensieri del Barcellona

Un Lautaro così non era certo immaginabile: 4 reti consecutive realizzate dall’attaccante argentino nelle ultime 3 gare disputate dall‘Inter, una forma strepitosa e, naturalmente, il sogno di mercato dei più grandi club europei, un top club proprio come il Barcellona. L’attaccante, come riporta oggi footballnews24.it, sarebbe finito al centro dei pensieri di mercato di Valverde, che starebbe vautando l’affare di mercato per la fine della stagione in corso.

L’attaccante argentino, in scadenza di contratto nel 2023 con i nerazzurri, vorrebbe restare a Milano: lo ha detto più volte allontanando, già in estate, i primi sussulti blaugrana che valutavano Lautaro come rinforzo ideale per impreziosire ancora di più la rosa messa a disposizione del tecnico Valverde. Di oggi però la notizia del ritrovato amore spagnolo per il calciatore, campanello d’allarme per Conte e Marotta, anche a causa della clausola di rescissione presente sul contratto del giocatore.

Lautaro al Barcellona? I dettagli dell’incastro

111 milioni di euro per liberare l’attaccante della nazionale argentina dall’Inter e dalla Serie A, un’affare per certi versi di difficile attuazione, ma che avrebbe messo in difficoltà i pensieri del diesse nerazzurro, pronto a salvare la situazione prima che, fronte mercato, sia davvero troppo tardi. Incontro già fissato in agenda per il dirigente nerazzurro che, si legge, proverà ad eliminare la clausola di rescissione presente sul contratto di Lautaro direttamente con l’agente Beto Yaque, una clausola che a questo punto sembrerebbe essere l’unica possibilità di vedere il giocatore lontano da San Siro al termine della stagione in corso. Correre ai ripari prima di subito, per non vedersi soffiare sotto il naso uno dei più grandi prospetti in attacco della rosa messa a disposizione di Antonio Conte. Si attendono aggiornamenti dal calciomercato, con Marotta pronto a chiudere la questione prima che, lo dicevamo, sia davvero troppo tardi.

Seguici su Facebook

Aiutaci a crescere!